Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Trump-cancella-dalla-Sanita-sette-parole-tra-cui-transgender-diversita-e-feto-a3126a70-1021-44d3-9f88-bf175a188c7e.html | rainews/media/ | (none)
MONDO

La lista nera

Trump cancella dalla Sanità sette parole tra cui "diversità", "transgender" e "feto"

Spariranno dal bilancio del prossimo anno, secondo quanto riferisce il Washington Post.  La frase "basato sulla scienza" sarà sostituita con "basato sulla scienza in considerazione degli standard e dei desideri della comunità"

Condividi
Nell'era Trump sette parole e frasi cadono in disgrazia. Hanno a che fare con la Sanità Usa e spariranno dal bilancio del prossimo anno. Banditi i termini "vulnerabile", "diritto", "diversità", "transgender", "feto", proibite frasi come "basato sulle evidenze" e "basato sulla scienza". Quest'ultima, ad esempio, sarà sostituita con "basato sulla scienza in considerazione degli standard e dei desideri della comunità". E' il Washington Post ad anticipare l'ultima pensata dell'amministrazione guidata dal tycoon, che nelle ultime ore ha preso di mira il CdC, il Center for Disease Control and Prevention, la massima autorità sanitaria statunitense.

I vertici del CdC hanno appreso le ultime novità durante un meeting che si è tenuto martedì ad Atlanta proprio per discutere di budget.

Il ministero della Salute, che sovrintende il CDC, "continuerà a utilizzare le migliori evidenze scientifiche disponibili per migliorare la salute di tutti gli americani", ha detto al Washington Post il portavoce del Dipartimento Matt Lloyd. "Incoraggiamo con forza l'uso di suddette evidenze nelle valutazioni del programma e nelle decisioni legate al budget."

La questione su come affrontare argomenti come l'orientamento sessuale, l'identità di genere e il diritto all'aborto agita non poco le agenzie federali da quando Trump è entrato in carica. Diversi Ministeri chiave - oltre a quello per la Salute, anche quello della Giustizia, dell'Istruzione, dell'Edilizia abitativa e dello Sviluppo urbano - hanno cambiato alcune politiche federali e il modo di raccogliere informazioni su lesbiche, gay, bisessuali e transgender.

A marzo, per esempio, in due sondaggi che hanno interessato la terza età il ministero di Salute ha cassato domande sull'orientamento sessuale e l'identità di genere. Non solo: ha rimosso dal suo sito web le informazioni rivolte agli americani LGBT. In particolare, il settore per l'infanzia e la famiglia ha tolto la pagina dedicata ai servizi federali disponibili per le persone LGBT e le loro famiglie, compreso il modo in cui possono adottare.
Condividi