Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Trump-crisi-a-confine-Messico-richiede-azione-urgente-09da1627-7f6f-4b16-89fc-977b9a9a286f.html | rainews/live/ | true
MONDO

La proposta del tycoon per mettere fine allo shutdown

L'offerta di Trump ai Dem: 3 anni di tutele ai 'dreamer' in cambio dei fondi per il Muro

"La crisi al confine con il Messico richiede un'azione urgente" dice il presidente Usa, lanciando un appello ai Democratici: lavoriamo insieme, mai ci sarà controllo della sinistra radicale sui confini. Pelosi respinge la proposta: "Non è sforzo in buona fede per aiutare i migranti"

Condividi

Al confine col Messico "c'è una crisi umanitaria e di sicurezza che richiede una azione urgente". Il presidente Trump parla alla nazione dalla Diplomatic room della Casa Bianca. Un discorso per illustrare la sua proposta per mettere fine allo shutdown, iniziato ormai quasi un mese fa sulla scia di un braccio di ferro con i Democratici sul finanziamento del muro al confine con il Messico. Quello dell'immigrazione è un tema prioritario per il tycoon, già centrale ai tempi della campagna elettorale per la presidenza. "Manterrò la mia promessa"- dice - in un modo o nell'altro".

Trump lancia un appello a lavorare in modo bipartisan, "ad ascoltarsi, costruire fiducia e trovare soluzioni insieme", per risolvere l'impasse e garantire sicurezza all'America. "Si tratta di una risposta di buon senso che entrambe le parti dovranno abbracciare, la sinistra radicale non potrà mai controllare le nostre frontiere, non lo permetterò mai" dice al paese, ripetendo a più riprese parole come droga, gang, violenza, conseguenze, afferma il tycoon, dell'immigrazione incontrollata. 

"Purtroppo il sistema di immigrazione che abbiamo è da tempo danneggiato. Molti presidenti e parlamentari nel corso del tempo non hanno compiuto progressi nel campo dell'immigrazione e ora viviamo conseguenze tragiche portate da decenni di stasi politica e noncuranza nazionale", dichiara, affermando che dalla frontiera entrano negli Usa droga e criminali. "Ci sono ragazzi sfruttati da cartelli e gang malevole, donne che vengono attaccate sessualmente durante il viaggio verso nord e donne che danno alle bambine anticoncezionali perché sanno che le figlie saranno violentate o attaccate. Circa 50 migranti al giorno vengono portati al pronto soccorso". E aggiunge: "Grandi quantità di narcotici mortali entrano nel nostro Paese", "l'eroina uccide" molte persone negli Usa. Trump insiste quindi sulla necessità di costruire una barriera fisica, grazie alla quale criminalità e diffusione della droga potranno essere "dimezzate". La barriera d'acciaio, ha detto, non dovrà comunque andare da costa a costa, ma verrà costruita solo "in zone prioritarie".

Ed ecco la sua proposta ai dem, in cambio dei fondi per il Muro: protezione per 3 anni a 1 milione di irregolari. 700 mila dreamer,  gli immigrati entrati nel Paese da bambini al seguito di genitori irregolari, e 300 mila migranti in possesso dello status di protezione temporaneo (Tps).

Il tycoon ribadisce quindi la richiesta di 5,7 miliardi di dollari per un muro in acciaio lungo 230 miglia e prevede 2750 agenti di frontiera in più, 800 milioni per l'assistenza umanitaria e 805 milioni per la tecnologia anti droga.

Pelosi respinge la proposta: destinata a fallire
La speaker della Camera, la democratica Nancy Pelosi, ha respinto la proposta di Trump, sostenendo che è destinata a fallire. "I democratici speravano che il presidente fosse finalmente pronto a riaprire il governo e procedere con una discussione di cui si sente un gran bisogno per proteggere il confine", si legge in una dichiarazione della speaker alla Camera. "Sfortunatamente, le notizie iniziali rendono chiaro che questa proposta è un insieme di iniziative precedenti già respinte, tutte inaccettabili". Per la Pelosi, "è improbabile che qualcuna di queste disposizioni da sola possa passare alla Camera". "Il presidente deve firmare le leggi per riaprire il governo immediatamente e mettere fine a questo shutdown senza senso che tiene il popolo americano in ostaggio".

Condividi