Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Trump-forse-Kim-Jong-un-non-vuole-incontrarmi-7abf94cc-a375-4c54-bf68-16b83ce8c441.html | rainews/live/ | true
MONDO

Washington

Trump: forse Kim Jong-un non vuole incontrarmi. Ma se denuclearizza avrà protezioni forti

Il capo della Casa Bianca torna a parlare di Corea del Nord durante l'incontro con il segretario della Nato, Jens Stoltenberg

Condividi
Ancora scosse al difficile rapporto tra Washington e Pyongyang. "Forse Kim (Jong-un) non vuole un incontro" con gli Stati Uniti, dice il presidente Donald Trump, parlando dallo studio ovale. Trump ha anche detto che Kim potrebbe essere influenzato dalla Cina.

Il capo della Casa Bianca ha parlato a margine dell'incontro con il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg. Trump ha commentato ancora una volta sulla possibilità di una cancellazione dell'incontro con il leader della Corea del Nord per porre fine al programma nucleare del Paese asiatico. L'incontro è previsto il 12 giugno a Singapore.

"Kim denuclearizzi, avrà protezioni forti" 
Se i colloqui si terranno con successo, il leader nordcoreano Kim Jong-un "otterrà protezioni molto forti", "sarà nel suo Paese e lo guiderà, il suo Paese sarà molto ricco", ha poi detto Trump, promettendo garanzie al leader nordcoreano se abbandonerà le armi nucleari come gli Stati Uniti chiedono. A proposito del modello libico, ha detto che "non è il modello che abbiamo in mente quando pensiamo alla Corea del Nord, ma ha anche aggiunto: "Se guardate al modello con Gheddafi, fu una totale decimazione, andammo li e lo sconfiggemmo", "ora quel modello si verificherebbe se non raggiungessimo un accordo, probabilmente", "ma se l'accordo ci fosse, penso che Kim Jong-un sarebbe molto, molto felice".
Condividi