Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Trump-non-rassicura-Borse-pesanti-in-avvio-281dd34d-c9c2-42e4-ba56-a9347d7ac02a.html | rainews/live/ | true
ECONOMIA

Mercati

Trump non rassicura Borse pesanti in avvio

Condividi
di Marzio Quaglino I mercati si aspettavano rassicurazioni dal discorso ieri sera del presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Le sue parole non sono bastate. In Asia, Tokio ha perso il 2,13%, mentre Hong Kong e Shanghai hanno rivisto il segno più. Ma in Europa l’avvio è stato particolarmente pesante. Miano sta cedendo l’1,95%, mentre a Londra, Parigi e Francoforte il calo è superiore ai 2 punti percentuali.
Sul listino di Piazza Affari solo ribassi. I titoli protagonisti del rialzo di ieri a Milano sono oggi in calo, ma mantengono parte dei guadagni di ieri. Saipem oggi -2,56% (ieri +4,93%), Fiat Chrysler -1,43% (+4,60%) e Telecom -0,99% (+3,51%). Maglia (solo) nera, tra i maggiori titoli del listino, Juventus che dopo la sconfitta di ieri sta lasciando su questo terreno il 4,33%.

Ancona sotto pressione i titoli di Stato. Il rendimento del Btp decennale è nuovamente sopra il punto percentuale e lo spread con i Bund tedeschi è salito a 152 punti base.

Ancora in calo il petrolio con il Brent del mare del Nord tornato ai livelli dell’agosto 2017 a 52 dollari al barile.

I mercati si aspettavano rassicurazioni dal discorso ieri sera del presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Le sue parole non sono bastate. In Asia, Tokio ha perso il 2,13%, mentre Hong Kong e Shanghai hanno rivisto il segno più. Ma in Europa l’avvio è stato particolarmente pesante.

Milano sta cedendo l’1,95%, mentre a Londra, Parigi e Francoforte il calo è superiore ai 2 punti percentuali.

Sul listino di Piazza Affari solo ribassi. I titoli protagonisti del rialzo di ieri a Milano sono oggi in calo, ma mantengono parte dei guadagni di ieri. Saipem oggi -2,56% (ieri +4,93%), Fiat Chrysler -1,43% (+4,60%) e Telecom -0,99% (+3,51%). Maglia (solo) nera, tra i maggiori titoli del listino, Juventus che dopo la sconfitta di ieri sta lasciando su questo terreno il 4,33%.

Ancona sotto pressione i titoli di Stato. Il rendimento del Btp decennale è nuovamente sopra il punto percentuale e lo spread con i Bund tedeschi è salito a 152 punti base.

Ancora in calo il petrolio con il Brent del mare del Nord tornato ai livelli dell’agosto 2017 a 52 dollari al barile.
Condividi