Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Trump-torna-ad-agitare-i-mercati-a-Milano-su-le-Utilities-e404c8f4-733b-42f3-8ee5-2914bbd46b37.html | rainews/live/ | true
ECONOMIA

Mercati

Trump torna ad agitare i mercati a Milano su le Utilities

Condividi
di Fabrizio Patti Washington e Pechino hanno una lunga strada da fare sul commercio. I dazi su beni cinesi per 325 miliardi di dollari possono crescere. La frase è di Donald Trump, ieri notte, e riaccende i timori sulla guerra commerciale. 
Gli effetti si sentono sulle borse asiatiche, tutte negative, e su quelle europee, poco sotto la parità. Milano segna-0,12%, fa poco meglio di Francoforte, Londra, Parigi e Madrid.  
Alle 10 sono arrivate notizie positive su ordini e fatturato dell'industria italiana, a maggio. Erano previsti in calo, rispetto ad aprile sono saliti invece del 2,5% gli ordini e dell'1,6% il fatturato. 
A Piazza Affari salgono soprattutto le utilities, con Enel (+0,96%), che ha avuto una conferma del rating con outlook positivo da parte di Moody's. Si porta con sé Italgas e A2A, seguite da Atlantia. Fa eccezione Hera (-0,40%), dopo che gli analisti di Kepler Cheuvreux hanno tagliato la raccomandazione da buy a hold.
Oltre due punti perdita invece per Tenaris, Juventus e Saipem. 
Tiene invece Fca (+0,36%), nonostante i dati di vendita a giugno: -13,5% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso in Europa, in un mercato che nel complesso è sceso dell'8%.
Lo spread rimane sotto quota 190, è a 187 punti base, con rendimento all'1,58 per cento.
Condividi