MONDO

Incontro alla casa Bianca

Trump vede Theresa May. "Presto per parlare delle sanzioni con la Russia"

Il presidente americano: "Le relazioni tra Usa e Regno Unito non sono mai state più forti" e "la Brexit sarà una cosa fantastica". "Dobbiamo ridare prosperità ai nostri popoli", dice la premier britannica

Condividi
Il rapporto con Mosca è stato al centro dell'agenda dell'incontro alla Casa Bianca tra Donald Trump e Theresa May. "Troppo presto per parlare delle sanzioni con la Russia", ha detto il presidente americano nella conferenza stampa congiunta, alla vigilia della prevista telefonata fra Trump e i presdente russo Vladimir Putin. Gli ha fatto eco la premier britannica: "Pensiamo che le sanzioni debbano continuare finché gli accordi di Minsk non saranno stati applicati nella loro interezza, e in
seno all'Unione Europea tutti continuiamo a seguire questa linea".

Trump a May, le relazioni Usa-Gb mai così forti. Brexit "fantastica" 
"Le relazioni tra Usa e Gran Bretagna non sono mai state più forti", dice Trump al termine dell'incontro  con Theresa May. "E' un grande onore la sua visita", osserva, sottolineando che è la prima di un leader straniero dopo il suo insediamento. Trump ricorda anche il "rapporto speciale" che lega i due Paesi. Il Regno Unito "ha diritto all'autodeterminazione. Il popolo britannico indipendente è una cosa buona per il mondo", afferma Trump, che assicura: "Vogliamo rafforzare i legami economici tra i due Paesi". "La Brexit sarà una cosa fantastica per i britannici", aggiunge.

May a Trump: ridare prosperità ai nostri popoli
"Dobbiamo ridare prosperità ai nostri popoli", avverte Theresa May, indicando la missione dei governi di Regno Unito e Stati Uniti. E spiega: "Servono economie che funzionino per l'intero Paese, che mettano gli interessi della gente comune davanti a tutto il resto". Poi assicura: il presidente Usa "ha promesso di sostenere la Nato al 100%" e annuncia che Donald Trump visiterà il Regno Unito entro la fine dell'anno. Entrambi i leader hanno espresso la volontà di stringere accordi commerciali bilaterali, che non potranno però essere avviati fino a quando Londra non avrà lasciato l'Unione europea.

Trump: rivedremo accordi con Messico, vogliamo rapporto paritario
Poi Il presidente Usa parla della polemica aperta con il Messico sul muro al confine tra i due Paesi. "Gli Stati Uniti non possono continuare a perdere aziende e posti di lavoro. Vogliamo una
relazione paritaria. Rinegozieremo i nostri accordi commerciali e altri aspetti del rapporto con il Messico". E conferma la telefonata con il presidente messicano Enrique Peña Nieto: "E' stata molto positiva, adoro il popolo messicano. Ho buoni rapporti con il Messico anche se in passato ci
hanno fatto sembrare degli scemi", dice Trump.
Condividi