Tutte le notizie di Rai News - ultime notizie in tempo reale - home page, logo rai news Torna su
MONDO

Ankara

Turchia. Ancora lacrimogeni contro sostenitori del quotidiano Zaman. Licenziato direttore

L'azione dopo che un tribunale ha deciso di commissariare il gruppo editoriale che controlla il giornale d'opposizione più diffuso della Turchia

Condividi

Dopo il blitz della scorsa notte, la polizia turca ha lanciato di nuovo lacrimogeni per disperdere i manifestanti giunti davanti alla sede del quotidiano di opposizione Zaman a Istanbul, in segno di protesta contro il commissariamento del giornale. Alcuni dimostranti sono rimasti feriti. Intanto giunge notizia che il direttore, Abulhamit Bilici, ha ricevuto  come altri giornalisti - una lettera di licenziamento dagli amministratori nominati dal tribunale. 

La polizia turca ha usato anche proiettili di gomma per disperdere i manifestanti. "La stampa libera non può essere zittita", hanno urlato i partecipanti alla protesta. Secondo l'account Twitter di Zaman, che posta anche le foto, negli scontri violenti ci sono stati feriti.


L'irruzione di ieri sera
Usando cannoni ad acqua e gas lacrimogeni la polizia ha fatto irruzione ieri sera nella sede del giornale 'Zaman', dopo che un tribunale ha deciso di commissariare il gruppo editoriale che controlla il quotidiano d'opposizione più diffuso della Turchia.

La polizia ha disperso i manifestanti che si erano radunati al di fuori della sede di Istanbul del giornale, per poi rompere un cancello ed entrare nell'edificio per scortare all'interno i manager nominati dal tribunale e cacciare i dipendenti del quotidiano. L'accusa rivolta al gruppo editoriale Feza è di "propaganda terroristica" a favore del presunto "Stato parallelo" creato dal magnate e imam Gulen, ex alleato diventato poi nemico giurato del presidente turco Erdogan.

Ue: molto preoccupati per Zaman, lunedì parleremo con Davutoglu
Il Commissario europeo per la Politica di vicinato e i negoziati per l'allargamento, Johannes Hahn, si è dichiarato "estremamente preoccupato" per il commissariamento del giornale d'opposizione Zaman in Turchia, dicendo che "mette in pericolo i progressi fatti dalla Turchia in altri ambiti". "Seguiremo questo caso da vicino. La Turchia, come Paese candidato, deve rispettare la libertà dei mezzi di comunicazione", ha scritto Hahn su Twitter. 

Usa: il commissariamento Zaman è preoccupante
Gli Stati Uniti ritengono "preoccupante" la decisione delle autorità turche di commissariare il quotidiano d'opposizione Zaman, il più letto della Turchia con una tiratura di 650mila copie al giorno. "Vediamo questo come l'ultimo di un lunga serie di azioni giudiziarie e di polizia preoccupanti da parte del governo turco che prendono di mira media e altri critici", ha detto il portavoce del dipartimento di Stato Usa, John Kirby.

Condividi