Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Uccise-un-ladro-la-Procura-chiede-archiviazione-c99b48c5-c287-4dc6-9ef3-3f8e0be47d59.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Monte San Savino

Uccise un ladro, la Procura chiede l'archiviazione

Per il pm il gommista che sparò agì per legittima difesa putativa. Aveva subito 38 furti nel giro di pochi mesi

Condividi
La procura di Arezzo ha depositato stamani la richiesta di archiviazione per Fredy Pacini, il gommista di 57 anni di Monte San Savino (Arezzo) che il 28 novembre sparò alcuni colpi di fucile uccidendo Mircea Vitalie, 29 anni, moldavo, che si era introdotto nella sua rivendita di gomme e biciclette probabilmente per rubare.

Il pubblico ministero Andrea Claudiani ha firmato la richiesta di archiviazione per legittima difesa putativa.

Pacini aveva scoperto i ladri all'interno della sua azienda dove dormiva dopo aver subito 38 furti in pochi mesi. 

All'inizio dell'inchiesta gli inquirenti avevano riscontrato un'incongruenza tra quanto aveva detto il gommista ai carabinieri, cioè che aveva sparato dall'alto verso il basso, dal soppalco del magazzino verso il piano terra in cui era penetrato il moldavo, e quanto stabilito invece dall'autopsia, secondo cui il proiettile era penetrato nella coscia dell'intruso dal basso verso l'alto. La perizia balistica, svolta da Paride Minervini, l'esperto incaricato dal pm, ha confermato poi di fatto la versione di Pacini, dimostrando che quel colpo fu sparato dall'alto, ma raggiunse il giovane mentre si trovava a terra, per essere scivolato sui vetri infranti della porta d'ingresso che era stata forzata, quindi con le gambe verso l'alto.

L'archiviazione è stata chiesta senza ricorrere alla nuova legge sulla legittima difesa.
Condividi