Original qstring: refresh_ce | /dl/rainews/articoli/Ucraina-Mogherini-sanzioni-alla-Russia-non-sono-necessarie-bfb263f2-6fec-41e7-aee8-85006152dc54.html | rainews/live/ | (none)
MONDO

Le dichiarazioni nella conferenza stampa a Parigi

Ucraina, Mogherini: "Le sanzioni alla Russia oggi non sono necessarie"

Il ministro degli Esteri sottolinea la volontà "contribuire all'abbassamento dei toni". E sull'ipotesi di dialogo è ottimista:"Mi sembra che la strada sia e resti aperta"

Il ministro degli Esteri, Federica Mogherini
Condividi
Parigi "Mi sembra che la strada del dialogo sia e resti aperta". È ottimista il commento del ministro degli Esteri, Federica Mogherini che ha parlato nel corso di una conferenza stampa a Parigi, sulla situazione in Ucraina. Ma sull'ipotesi delle sanzioni ai danni della Russia è chiara: "Credo che sia saggio non prendere in considerazione oggi strumenti che al momento non sono necessari, anche per contribuire all'abbassamento dei toni". Per il ministro italiano quella delle sanzioni, infatti, "non è un'ipotesi sollevata oggi o al consiglio esteri di lunedì scorso a Bruxelles".

Mogherini ha continuato insistendo sull'allineamento dell'Italia all'Europa: "La nostra posizione è quella di una massima condivisione" delle decisioni "con i partner europei".  La "forza della nostra voce e delle nostre azioni non sta nell'alzare i toni ma nel far arrivare un messaggio univoco" da parte dell'Europa, ha notato. La comunità internazionale, inoltre, sta lavorando alla "creazione di un contact group a cui potrebbero partecipare sia Mosca sia Kiev". John Kerry e Sergei Lavrov avrebbero infatti affermato la "volontà forte di lavorare per abbassare la tensione".  

Entro "domani mattina alle 11:30 - ha concluso Mogherini - quando a Bruxelles si riuniranno i capi di Stato e di governo dell'Ue per il vertice straordinario, si capirà se la strada del dialogo resta aperta o se l'Unione dovrà cominciare a considerare eventuali misure mirate".
Condividi