Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Ucraina-convoglio-umanitario-russo-partito-per-zone-di-guerra-Kiev-Non-lo-faremo-entrare-c15a0c54-a3cb-4dc7-949c-be2e64e472e4.html | rainews/live/ | true
MONDO

Tensione per i convogli di aiuti

Ucraina, partito convoglio umanitario russo di 280 camion. Kiev: "Non lo faremo entrare"

Il vice capo dell'amministrazione presidenziale ucraina: non hanno l'autorizzazione per varcare il confine. La Croce Rossa: "Non sappiamo cosa c'è nei camion". I convogli dovrebbero portare 2mila tonnellate di aiuti umanitari raccolti nella regione di Mosca

Condividi
E' ancora difficile la situazione in Ucraina. Dopo l'annuncio del presidente russo Vladimir Putin al presidente della Commissione Ue Josè Manuel Barroso, è partito oggi da Mosca il convoglio russo composto da 280 camion diretti nel sud-est dell'Ucraina per portare aiuti umanitari alle popolazioni colpite dal conflitto che da mesi sconvolge le regioni orientali dell'ex repubblica sovietica. 

Kiev: convoglio aiuti russo non autorizzato 
L'Ucraina però non ci sta e annuncia che non farà entrare nel suo territorio gli aiuti russi, perchè non controllati dalla Croce Rossa Internazionale. L'organizzazione umanitaria ha infatti comunicato di non avere informazioni su cosa trasportino i camion. La paura è che l'iniziativa sia usata dalla Russia per sconfinare in territorio ucraino con le sue truppe. La presidenza ucraina ha poi specificato che il materiale trasportato dai russi sarà caricato al confine su mezzi della Croce rossa e portato alle popolazioni. 

I camion con gli aiuti
"Il convoglio consegnerà circa 2mila tonnellate di aiuti umanitari, raccolti dai moscoviti e dagli abitanti della regione di Mosca per la gente dell'Ucraina orientale", ha dichiarato il portavoce dall'amministrazione regionale di Mosca. La colonna di camion trasporta: 400 tonnellate di cereali, 100 tonnellate di zucchero, 62 di cibo per bambini, 54 tonnellate di prodotti e attrezzature medico-sanitari, dodicimila sacchi a pelo e 69 generatori elettrici portatili. 
 
Condividi