MONDO

Bruxelles

Ue, Tusk riconfermato presidente del Consiglio europeo

"Grato per la fiducia e la valutazione positiva del Consiglio europeo. Farò del mio meglio per rendere migliore l'Ue". Economia, sicurezza, difesa, immigrazione sono i temi del vertice europeo.

Condividi
Il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk è stato riconfermato per un altro mandato. Lo ha twittato il premier lussemburghese Xavier Bettel. 'Habemus il 'presidentum' del Consiglio europeo, Buona fortuna Donald".

Tusk: grato per la fiducia, farò mio meglio per Ue
"Grato per la fiducia e la valutazione positiva del Consiglio europeo. Farò del mio meglio per rendere migliore l'Ue". Ha twittato il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk.

I capi di Stato e di governo dell'Unione europea si ritrovano per un vertice che, nonostante il tentativo di ritrovare unità dopo la Brexit, rischia di segnare nuove divisioni tra i Ventotto. Il Consiglio europeo di primavera è dedicato ai temi dell'economia e alla crisi migratoria. 

Solo la Polonia contro la rielezione di Tusk
Contraria alla rielezione di Donald Tusk a presidente del Consiglio europeo la Polonia che ha minacciato di non firmare le conclusioni del vertice. Lo aveva annunciato stamattina il ministro degli esteri polacco Witold Waszczykowski in un'intervista al canale Tvn24.  La Polonia, ha detto il ministro, ha proposto ieri al capo della diplomazia tedesca Sigmar Gabriel in visita a Varsavia di posticipare la decisione sul presidente del Consiglio della Ue visto che il suo mandato scade fra due mesi. La premier polacca, Beata Szydlo, ha consegnato una lettera ai suoi omologhi europei in cui enuncia i motivi per cui il suo governo ha scelto di non appoggiare il polacco Donald Tusk per un nuovo mandato alla guida del Consiglio europeo. Nella missiva Szydlo accusa Tusk di avere "oltrepassato i suoi poteri europei e usato la sua autorità come presidente del Consiglio europeo per intervenire in questioni nazionali interne". La premier polacca ricorda inoltre che Tusk "non ha mostrato la neutralità e l'imparzialità che devono essere dondamentali per una posizione di leadership di un'organizzazione come l'Unione europea". In particolare nella lettera rimprovera a Tusk di avere agevolato l'idea di sanzioni economiche per gli Stati membri che non hanno accettato il sistema di quote di rifugiati, fra cui proprio la Polonia. Varsavia ha proposto un candidato alternativo a Tusk per il prossimo mandato di presidente del Consiglio europeo, cioè il deputato polacco Jacek Saryusz-Wolski, che la premier considera più appropriato per il periodo di crisi che vive l'Ue. Saryusz-Wolski è stato espulso dal Partito popolare europeo (Ppe) e gli è stata revocata la vicepresidenza della formazione per avere manifestato la volontà di candidarsi a sostituire il connazionale.

Merkel, rielezione Tusk è segno stabilità per Ue
Angela Merkel ha confermato il sostegno alla rielezione di Donald Tusk alla presidenza europea, all'ordine del giorno al vertice di Bruxelles. "Io vedo la sua rielezione come un segno di stabilità per l'Unione europea, e sono contenta di continuare a lavorare con lui", ha detto la cancelliera, parlando al Bundestag, in vista del vertice.

Gentiloni: Italia conferma fiducia in Tusk. 
 "L'Italia vuole contribuire ad una soluzione condivisa che sembra essere la conferma di Tusk. Per questo, salvo imprevedibili stravolgimenti, gli rinnoverò a nome del governo la fiducia del nostro Paese".

 
Condividi