Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Ue-Von-der-Leyen-migranti-nuovo-patto-sulle-migrazioni-solidarieta-non-unilaterale-Italia-geograficamente-esposta-e50d82f7-10ff-4b61-b97e-3effa910e626.html | rainews/live/ | true
POLITICA

Incontro con il premier Conte a Palazzo Chigi

Ue, Von der Leyen: "Nuovo patto sulle migrazioni, solidarietà non è unilaterale"

Il presidente del Consiglio Conte: "Modificare il trattato di Dublino. Non è pensabile che il problema dei flussi migratori rimanga sulle spalle dei paesi di primo arrivo". "Una Ue unita ha bisogno di un'Italia forte e prospera" ha detto la Presidente eletta della Commissione Europea. Tra le questioni affrontate anche la nomina del commissario Ue italiano

Condividi
"Il mio obiettivo politico primario è superare le divisioni, tra nord e sud, est e ovest, piccoli paesi e gradi paesi". Lo ha detto la presidente eletta della Commissione Europea, Ursula von der Leyen, prima del bilaterale a Palazzo Chigi con il premier Giuseppe Conte, aggiungendo che "un'Ue unita ha bisogno di un'Italia forte e prospera".

Von der Leyen, proporrò nuovo patto per le migrazioni
"Voglio proporre un nuovo patto per le migrazioni e asilo, abbiamo bisogno di una nuova soluzione". Lo ha detto la Presidente eletta della Commissione Europea. "Vogliamo che le nostre procedure siano efficaci, efficienti ma anche umane. Non è un compito facile, ma abbiamo capito tutti che non esistono soluzioni facili. E' necessario rivedere il concetto di ripartizione degli oneri. Sappiamo che Italia, Spagna, Grecia sono geograficamente esposte: è fondamentale poter garantire la solidarietà ma ciò non è mai un processo unilaterale".



Von der Leyen, più ambiziosi sul clima, faremo fondo ad hoc
"Servono nuove iniziative più ambiziose per quanto riguarda il cambiamento climatico, io vorrei che l'Europa fosse il primo continente neutro nel 2050,obiettivo molto ambizioso. Il tempo è poco dobbiamo agire", ha detto la Presidente eletta della Commissione Europea. "Credo ci siano tanti aspetti positivi per quanto riguarda le nuove tecnologi ecologiche, esistono ma dobbiamo poter coinvolgere tutti in questa nostra politica e quindi cercheremo di introdurre un fondo di transizione" ad hoc, ha aggiunto

Conte: "Modificare trattato di Dublino"
"Non è pensabile che il problema dei flussi migratori rimanga sulle spalle dei paesi di primo arrivo come ancora accade", ha detto il presidente del Consiglio Giuseppe Conte accogliendo la presidente della commissione Ue. Conte ha poi indicato la lista di "priorità" che l'Italia propone che è "ben chiara: abbiamo apprezzato il discorso inaugurale e le sensibilità che la neo presidente ha espresso. Sono importanti l'impulso alla crescita, le politiche attive per il lavoro soprattutto dei giovani" ed è necessario "dosare le politiche della crescita in modo differente tenendo conto delle aree disagiate tra le quali il nostro mezzogiorno. Occorre il rilancio per il sud e vogliamo pieno sostegno dall'Europa" ha detto.

Conte: "Rivendichiamo portafoglio economico di primo piano"
"Rivendichiamo un portafoglio economico di primo piano, perché riteniamo che un portafoglio del genere sia adeguato alle ambizioni e alle responsabilità che vuole assumersi l'Italia. Siamo disponibili a proporre e concordare il profilo di un candidato il più possibile adeguato per competenze e disponibilità a questo ruolo, nell'interesse dell'Italia e dell'Europa intera, ha affermato il premier nelle dichiarazioni congiunte con la presidente della commissione Ue.



Conte: "Valorizzare ancora di più il ruolo del Parlamento Europeo"
"Vogliamo che le decisioni assunte dalle istituzioni Ue siano e vengano percepite dai cittadini come sempre più chiare, sempre più trasparenti. L'Italia è per valorizzare ancor di più il ruolo del Parlamento Ue", ha poi dichiarato il presidente del Consiglio.
 
Condividi