Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Una-mostra-spericolata-e-il-Vasco-Day-78a55013-44a2-4884-88e6-72deccbdeb8c.html | rainews/live/ | (none)
SPETTACOLO

Dall'imbarcadero di Santa Maria al Palazzo del cinema la marcia degli scalzi

Venezia 72: una mostra spericolata, è il Vasco Day

Quarto film italiano in concorso Per amor vostro di Giuseppe Gaudino

Condividi
di Stefano Masi e Laura Squillaci L’arrivo di Vasco Rossi alla Mostra del Cinema è un evento nell’evento. A motivarne la presenza un road-movie, “Il decalogo di Vasco”, diretto da uno degli autori di Blob, Fabio Masi. Il rocker di Zocca coglie l'occasione in Laguna per presentare il suo ultimo singolo Quante volte, da oggi nelle radio, il cui video chiude il film-viaggio presentato in anteprima in Sala Grande.

Quarto lungometraggio italiano del concorso principale è “Per amor vostro” di Giuseppe Gaudino, cineasta di magmatiche suggestioni figurative. Nel cast di questo suo nuovo film, per gran parte in bianco e nero, Valeria Golino e Adriano Giannini.

Arriva dalla Cina l’altro film in concorso di questa penultima giornata della Mostra, “Behemoth” di Zhao Liang.  Facce coperte di fuliggine, maschere polverose, i nuovi oscuri demoni della Cina industriale. Enormi crateri che si spalancano in un pianeta desertificato dalla fame immensa di materie prime. Una Cina che non è più verde.

Il regista svedese Daniel Alfredson, celebre per aver diretto due parti della Millenium Trilogy, porta alla Mostra – fuori concorso – “Go With Me”, con Anthony Hopkins, Ray Lotta e  Julia Stiles. Un moderno western  ambientato tra i taglialegna del Nord Ovest americano. Un cuore di tenebra che batte sullo sfondo di aspri scenari di un gelido inverno.

Nel pomeriggio altro appuntamento da non perdere: la marcia degli scalzi. Cineasti, attori, registi e personaggi dello spettacolo camminano senza scarpe dall'imbarcadero di Piazza Santa Maria Elisabetta al Palazzo del Cinema in segno di solidarietà con i migranti che risalgono i Balcani a piedi per raggiungere il Nord Europa, la speranza di un futuro.
Condividi