Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Ursula-Von-der-Leyen-Europa-verde-sara-la-prima-sui-mercati-279764ea-e32b-4c7a-b2b3-472dc1b7f538.html | rainews/live/ | true
EUROPA

Commissione Ue

Ursula Von der Leyen: l'Europa verde sarà la prima sui mercati


Parla la nuova presidente della Commissione: "Dimostrerò che il Green deal conviene a tutti". "Cambieremo le regole antitrust"

Condividi
"Durante i miei cinque anni di mandato vorrei riuscire a dimostrare che il Green deal conviene a tutti, vorrei uscire dallo stallo sulle politiche migratorie e vorrei rinforzare l'euro". Lo dice, in un'ampia intervista a La Repubblica, la presidente della Commissione europea, Ursula vonder Leyen, in cui assicura che "l'Europa verde sarà la prima sui mercati".   

"Prima o poi - spiega von der Leyen - tutto il mondo si dovrà allineare alla filosofia del Green deal. E allora noi dovremo farci trovare nel ruolo di pionieri, con un vantaggio competitivo sugli altri. Dovremo essere noi a imporci sul mercato mondiale, non a subirlo come troppe volte è successo in passato".   

Alla domanda su qual è il messaggio sul Green deal che si sente di mandare all'opinione pubblica italiana, risponde: "In Italia la drammatica portata del cambiamento climatico si avverte già, basti pensare a Venezia, ma bisogna capire che è anche una enorme opportunità per le piccole e medie imprese e non solo. Penso ai vostri agricoltori che hanno produzioni eccellenti e nel Green deal abbiamo la strategia "Farm to fork"che sostiene la produzione regionale di alta qualità. L'Italia -aggiunge - è parte dell'Alleanza per creare una catena di produzione europea delle batterie elettriche e può fare molto sulle energie alternative".   

"In Europa - prosegue - abbiamo il Fondo di solidarietà dal quale l'Italia ha ricevuto fino ad ora 2,8 miliardi, ma si tratta di risposte di breve termine. Nel lungo periodo l'unica soluzione è la lotta al cambiamento climatico".    Sul suo programma di governo, assicura anche: "Cambieremo le regole antitrust per fare campioni europei: alcuni settori sono in mano a pochi big globali". "Salvare l'accordo sul nucleare con l'Iran - conclude sulla politica estera dell'Ue - è sempre più difficile. Con Pechino dialoghiamo".

"Cambieremo le regole antitrust"
"La spina dorsale della nostra economia sono le piccole e medie imprese, ma e' vero che in alcuni settori la competizione è ridotta a pochi soggetti globali. Dunque sarà necessario rivedere le regole sulla concorrenza. In alcuni settori, quelli più globalizzati, la nostra analisi delle posizioni di mercato sarà in riferimento al livello mondiale per favorire l'emergere di competitors europei. In tutti gli altri settori, invece, continueremo ad analizzare il mercato europeo per tutelare l'interesse dei consumatori". Così la  presidente della Commissione europea.

"Libia, no soluzione militare, soffre presenza attori esterni"
"Deve essere chiaro che in Libia non può esserci una soluzione militare. La Libia soffre per la presenza di attori esterni che provano a influenzarne il futuro". Così in un'intervista a La Repubblica la nuova presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen. "La Ue - spiega - è compatta nel sostenere il processo di pace condotto dalle Nazioni Unite e nel dire che l’unica soluzione possibile passa per un accordo diplomatico e politico tra tutti gli attori libici".
Condividi