Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Usa-Cina-mercati-ancora-ottimisti-Impennata-per-il-petrolio-233f0fb9-bf0b-438b-9678-b1b1cbf254ad.html | rainews/live/ | true
ECONOMIA

Usa-Cina, mercati ancora ottimisti. Impennata per il petrolio

Condividi
di Fabrizio Patti E' stato immediato l'effetto sul prezzo del petrolio dell'esplosione a bordo della petroliera iraniana nel Mar Rosso. Il Brent sale del 2%, a 60,30 dollari al barile. Tensione che si aggiunge a quella per l'operazione turca in Siria. 

Ma da ieri i mercati guardano soprattutto ai colloqui a Washington tra Stati Uniti e Cina, perché il presidente Trump ha annunciato che oggi incontrerà il vicepremier cinese Liu He. Il clima è di ottimismo, ha fatto salire ieri anche Wall Street e questa mattina le borse asiatiche, Hong Kong più di tutte: +2 e mezzo per cento. 

Positiva anche l'apertura delle borse europee. Milano segna +0,23, Francoforte +0,83. Fa eccezione Londra, -0,49 per cento. La media registrata nell'indice Eurostoxx 50 è di +0,43%.  

Tra gli effetti di questo clima c'è lo spostamento degli investimenti da obbligazioni ad azioni. Scende quindi il valore delle obbligazioni e risale il rendimento. In rialzo il rendimento anche del Btp italiano, risalito dopo settimane sopra l'1 per cento. Lo spread tra i due titoli è in lieve crescita, a 152 punti base. 

A Milano bene in particolare i titoli tecnologici, petroliferi e bancari. I migliori titoli sul Ftse Mib sono StMicroelectronics (+1,56%) e Cnh Industrial (+1%), seguiti da Eni, Tenaris e Unicredit. Chiudono la classifica Diasorin, Moncler, Prysmian e Snam. 
Condividi