Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Usa-primo-incidente-mortale-con-auto-Tesla-senza-pilota-aperta-indagine-Washington-ad0a443b-ef62-4c1a-9d7a-63ac4daeadec.html | rainews/live/ | true
MONDO

L'automobile a guida autonoma

Il pilota automatico sbaglia e l'auto si schianta contro un camion:primo incidente mortale per Tesla

Il fatto è avvenuto il 7 maggio. Aperta un'indagine a Washington

Condividi

È stata aperta un'indagine sul primo incidente mortale che ha coinvolto un'auto Tesla Model S che stava utilizzando il sistema Autopilot di pilota automatico.

Lo schianto, secondo quanto riferiscono le autorità della Florida, è avvenuto lo scorso 7 maggio, quando il 40enne Joshua Brown viaggiava sull'auto nei pressi di Williston su una strada non trafficata. Un episodio che non potrà che causare polemiche e dibattito sul sistema e la sicurezza. L'Nhtsa (l'ente Usa che si occupa della sicurezza nazionale del traffico autostradale) ha aperto un'indagine preliminare per un controllo sui 25mila veicoli Model S dotate dell'Autopilot. Si tratta del primo passo per emanare un eventale ordine di richiamo in caso emergesse che i veicoli non sono sicuri. L'incidente, spiega l'ente, "richiede un esame della progettazione e delle performance di ogni aiuto alla guida in uso al momento dello schianto".

Impatto con un camion
Secondo le prime ricostruzioni, l'incidente sarebbe avvenuto dopo che un mezzo con rimorchio ha svoltato a sinistra proprio davanti alla Tesla nei pressi di un incrocio. Ieri il produttore comunicava che "né l'Autopilot, né il conducente hanno notato il lato bianco del rimorchio" a causa del riflesso della luce nel cielo e "il freno non si è attivato". L'incidente ha provocato un'immediata caduta del titolo di Tesla in Borsa, con una perdita di oltre il 3%. La compagnia ha provato a concentrarsi sulla insolita natura dello schianto, sottolineando che si tratta del primo episodio mortale in oltre 130 milioni di miglia percorse dalle auto.

Un'auto Tesla dotata del sistema viene venduta a partire da 66mila dollari. In una nota l'azienda ribadisce che ai clienti è richiesto di dare "un consenso esplicito" in cui indicano di essere a conoscenza del fatto che l'Autopilot è una nuova tecnologia ancora in sviluppo, in caso contrario il sistema non viene attivato.

Condividi