Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Usa-sanzioni-contro-banca-cinese-per-legami-con-Corea-del-Nord-Pyongyang-andiamo-avanti-cf0018d9-b5b8-400e-8be6-c2daf0ab0b2b.html | rainews/live/ | true
MONDO

Tensione sul nucleare nordcoreano

Usa: sanzioni contro banca cinese per legami con Corea del Nord. Pyongyang: andiamo avanti

 Colpita dalle misure la Bank of Dandong. Puniti anche due cittadini cinesi 

Condividi
L'amministrazione Trump aumenta la pressione sulla Cina affinché spinga la Corea del Nord, di cui è il principale partner commerciale, a mettere fine al suo programma nucleare. Il dipartimento del Tesoro ha annunciato sanzioni contro la banca cinese Bank of Dandong e contro due cittadini cinesi.

L'accusa di Washington
L'accusa è che l'istituto di credito abbia permesso a Pyongyang di bypassare le sanzioni accedendo con il suo aiuto ai sistemi finanziari stranieri. La tesi è che alcune transazioni finanziarie siano legate al programma missilistico nordcoreano. Washington sostiene inoltre che le due persone abbiano agito per conto di istituzioni nordcoreane. "Seguiremo il denaro e interromperemo ogni legame finanziario", ha detto Steven Mnuchin, segretario al Tesoro, durante una conferenza alla Casa Bianca. Mnuchin ha precisato che la Cina non è punita con la misura odierna: "Con la Cina abbiamo avuto conversazioni costruttive". L'obiettivo, piuttosto, è tagliare fuori Pyongyang dal sistema finanziario. 

Corea del Nord: continuiamo a costruire l'arsenale nucleare
Immediata la risposta nordcoreana. L'ambasciatore all'Onu Kim In Ryong ha avvisato gli Usa e il resto del mondo che Pyongyang continuerà a costruire il suo arsenale nucleare indipendentemente dalle sanzioni o da eventuali attacchi militari contro il regime. In una riunione del Consiglio di Sicurezza, Kim ha spiegato che l'amministrazione Trump sta portando avanti una "politica ostile e obsoleta" contro il suo Paese con un "atteggiamento di un'arroganza sconfinata". 
Condividi