ITALIA

Ex presidente ed ex direttore generale di Mps

Usura bancaria, rinviati a giudizio Mussari e Vigni

La decisione del gip di Vallo della Lucania dopo l'esposto di un cittadino di Agropoli che denunciò di aver pagato tra il 2006 e il 2008 interessi troppo alti per un prestito. Mussari è indagato per lo stesso reato anche a Trani insieme ai vertici di Bnl e Unicredit oltre a dirigenti di Bankitalia e Ministero

Condividi
Dopo la bufera scattata martedì in seguito all'inchiesta della Procura di Trani, arriva anche la stangata del gip di Vallo della Lucania che ha rinviato a giudizio l'ex presidente del Monte dei Paschi di Siena Giuseppe Mussari e l'ex direttore generale Antonio Vigni per il reato di usura bancaria. 

Il rinvio a giudizio di Mussari e Vigni era stato chiesto dal pm nell'aprile dello scorso anno al termine delle indagini avviate sulla base dell'esposto presentato da un cittadino che lamentava di aver pagato, fra il 2006 e il 2008, tassi d'interesse troppo alti per un prestito accesso presso la filiale di Agropoli del Monte dei Paschi di Siena.

A suo dire, a fronte di un tasso soglia medio del 14,753 per cento, la banca avrebbe riscosso un Teg medio, che è il tasso effettivo globale, di quasi il 35 per cento. Mussari e Vigni sono finiti nell'inchiesta perché in qualità di presidente e direttore generale - stando all'accusa - avrebbero autorizzato interessi usurari ai danni del cliente della banca. 

Solo martedì Mussari era finito sotto la lente degli inquirenti di Tranisempre per usura bancaria. Insieme a lui altre 61 persone risultano indagate tra cui vertici di Bnl, Unicredit oltre che dirigenti di Bankitalia e del Ministero. 
Condividi