Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Vaccini-ordini-medici-no-al-rinvio-obbligo-per-scuola-289fdeb4-b7ba-47c0-948f-acc20e97fe9d.html | rainews/live/ | (none)
ITALIA

Vaccini, Ordini medici: no al rinvio dell'obbligo per la scuola

È la posizione espressa dal presidente dell'Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri (Fnomceo), Filippo Anelli

Condividi
"No al rinvio di un anno dell'obbligo di presentare i certificati vaccinali per l'iscrizione alla scuola dell'infanzia e ai nidi". È la posizione espressa dal presidente dell'Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri (Fnomceo), Filippo Anelli, in merito all'emendamento approvato con il decreto milleproroghe. L'emendamento, afferma, "non risponde all'evidenza scientifica circa la necessità delle vaccinazioni. Lanciamo un appello al parlamento perché rispetti la scienza".   

"Sulle vaccinazioni lanciamo un appello al parlamento, perché, nelle sue decisioni, rispetti sempre la scienza e metta il ministro della salute, giulia grillo, nelle migliori condizioni per lavorare", afferma Anelli all'indomani dell'approvazione al Senato dell'emendamento al decreto milleproroghe che fa slittare di un anno l'obbligo vaccinale come condizione per l'ingresso alle scuole dell'infanzia e ai nidi. "Esprimiamo la nostra piena fiducia nel ministro - prosegue Anelli - e le assicuriamo il nostro sostegno, sapendo che potrà contare anche su tutti gli organismi tecnico-scientifici a sua disposizione per garantire le coperture vaccinali senza compromettere o ledere alcun diritto". "L'articolo 32 della nostra costituzione tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività - conclude -. al ministro il compito di attuare tale tutela, attraverso politiche sanitarie che si fondino sulle migliori evidenze scientifiche a nostra disposizione".
Condividi