MONDO

La difesa

Vatileaks, Chaouqui su Facebook: "Non sono un 'corvo' e non ho tradito il Papa"

La pierre e lobbista accusata di aver diffuso documenti riservati vaticani dichiara la sua innocenza sui Social Network

Profilo Twitter di Francesca Immacolata Chaouqui
Condividi
"Non sono un corvo, non ho tradito il Papa". Francesca Immacolata Chaouqui, la pierre e lobbista coinvolta nell'indagine "Vatileaks 2", usa i Social Network per difendersi dalle accuse di aver diffuso documenti riservati vaticani . Arrestata dalla Gendarmeria vaticana, la donna è stata subito rilasciata per la collaborazione prestata agli inquirenti della Santa Sede. "Non ho mai dato un foglio a nessuno. Mai a nessuno", assicura sempre su Facebook.   

"Niente compatimenti per favore, io sono a testa alta, niente di cui vergognarmi", scrive. "Non c' è niente che abbia amato e difeso più della Chiesa e del Papa. Neanche la mia dignità. Avrei potuto stare a casa e non presentarmi in Vaticano ma come sempre ho anteposto tutto al Papa", continua sul post di Facebook, e assicura: "Adesso le cose andranno a posto".

La Chaouqui si dice certa che la verità verrà a galla e ribadisce con le stesse parole anche su Twitter: "Non sono un corvo, non ho tradito il Papa. Non ho mai dato un foglio a nessuno. Mai a nessuno. Emergerà presto ne ho la certezza e la totale fiducia negli inquirenti", scrive. 
 

#piùdituttoalmondoNon sono un corvo, non ho tradito il Papa. Non ho mai dato un foglio a nessuno. Mai a nessuno....

Posted by Francesca Immacolata Chaouqui on Lunedì 2 novembre 2015
 
Condividi