MONDO

Caos a Caracas

Venezuela, 12 paesi americani chiedono verifica elettorale: "Manipolazioni e irregolarità"

La denuncia dopo le regionali  

Condividi
I governi di Argentina, Brasile, Canada, Cile, Colombia, Costa Rica, Guatemala, Honduras, Messico, Panama, Paraguay e Perù hanno chiesto oggi che si organizzi un "auditing indipendente" con osservatori internazionali per controllare i risultati delle elezioni regionali svoltesi in Venezuela domenica scorsa.

In un comunicato comune i 12 paesi - che costituiscono il cosiddetto Gruppo di Lima - hanno dichiarato che questi controlli sono "urgenti", tenendo conto "dei diversi ostacoli, atti di intimidazione, manipolazioni ed irregolarità che hanno caratterizzato le elezioni".

L'opposizione venezuelana non ha riconosciuto i risultati ufficiali del voto diffusi dal Consiglio Nazionale Elettorale (Cne) di Caracas, che hanno attribuito al partito di governo la vittoria in 17 stati su 23, in chiaro contrasto con i sondaggi elettorali e le cifre raccolte nei seggi dai rappresentanti dell'opposizione antichavista, che indicavano un ampio trionfo dei loro candidati.
Condividi