MONDO

La lettera

Il Papa e la crisi in Venezuela: Francesco scrive a Maduro

Il Pontefice è preoccupato per le difficoltà economiche del paese, ma anche per gli alti tassi di violenza.  E per la chiusura del governo di Nicolas Maduro a qualsiasi tipo di dialogo

Nicolàs Maduro e Papa Francesco (foto Lapresse-Ap)
Condividi
Da tempo la situazione in Venezuela preoccupa seriamente il Vaticano. Non solo per la difficoltà economica, per gli alti tassi di violenza o tensione politica nei confronti della popolazione, ma per la chiusura del governo di Nicolas Maduro contro ogni tentativo di mediazione con il paese. La potente macchina diplomatica del Vaticano, tramite Papa Francesco, ha deciso di inviare una "lettera personale" al presidente venezuelano, offrendo il suo sostegno alla "grave situazione" del paese.

Il portavoce vaticano, padre Federico Lombardi, ha dichiarato: "Il Papa segue con molta attenzione e partecipazione le vicende del Venezuela e ha fatto avere recentemente una sua lettera personale al Presidente Maduro con riferimento alla situazione del Paese". Tutto questo  in relazione agli ultimi avvenimenti della crisi politico-sociale e istituzionale del Venezuela, alla recente dichiarazione del 27 aprile dei vescovi e alla disponibilità del nunzio, mons. Aldo Giordano per fare da ponte nel tentativo del dialogo.

Com`è noto, il suo più recente intervento pubblico è stato l`ampio passaggio, molto eloquente, che vi ha dedicato la Domenica di Pasqua nel Messaggio prima della Benedizione Urbi et Orbi. 'Il messaggio pasquale (del Risorto) si proietti sempre più sul popolo venezuelano nelle difficili condizioni in cui si trova a vivere e su quanti hanno in mano i destini del Paese- ha detto il Papa- affinché si possa lavorare in vista del bene comune, cercando spazi di dialogo e collaborazione con tutti. Ovunque ci si adoperi per favorire la cultura dell`incontro, la giustizia e il rispetto reciproco, che soli possono garantire il benessere spirituale e materiale dei cittadini'. 
Condividi