Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Venezuela-nuovo-blackout-a-Caracas-e-15-Stati-429cbb5b-bc20-4d5b-9a8b-26f1c097582e.html | rainews/live/ | true
MONDO

Dopo il simile mega incidente di 20 giorni fa

Venezuela: un altro blackout a Caracas e 15 Stati

Le autorità venezuelane non hanno ancora chiarito le ragioni del nuovo incidente

Condividi

La città di Caracas e 15 Stati venezuelani sono stati colpiti oggi da un blackout improvviso manifestatosi a 20 giorni da un simile incidente, di maggiori dimensioni, che ha lasciato senza luce quasi tutto il Venezuela per quasi una settimana.

Le autorità venezuelane non hanno ancora chiarito le ragioni del nuovo incidente, ma la popolazione, attraverso i social network, ha reso noto che sono stati interessati una ventina di quartieri della capitale. E che hanno registrato problemi di utilizzazione dell'energia elettrica anche gli Stati di Barinas, Mérida, Vargas, Sucre, Anzoátegui, Aragua, Carabobo, Falcón, Miranda, Nueva Esparta, Lara, Portuguesa, Cojedes, Zuliae Táchira.   Nella capitale, inoltre, si sono bloccati la metropolitana e i semafori, mentre hanno smesso di funzionare i servizi di telefonia cellulare e internet.

Il 7 marzo scorso un blackout ha interessato 22 dei 23 Stati venezuelani, lasciando la popolazione senza luce per oltre 100 ore, con gravi complicazioni per le comunicazioni, i rifornimenti di acqua egas e la distribuzione di alimenti e prodotti di prima necessità.   Il presidente Nicolás Maduro ha attribuito il problema ad attacchi cibernetici ed elettromagnetici contro la centrale idroelettrica di Guri (che rifornisce l'80% del Venezuela), per i quali ha accusato gli Stati Uniti e l'opposizione guidata da Juan Guaidó, presidente dell'Assemblea nazionale (An), autoproclamatosi presidente della repubblica ad interim.   Ma per Guaidó il mega-blackout è stato il risultato della "negligenza, corruzione, mancanza di mantenimento e cattiva gestione" del governo di Maduro.

Condividi