MONDO

La crisi di Caracas

Venezuela, scarcerato l'oppositore López

Ai domiciliari per motivi di salute

Condividi
L'oppositore venezuelano Leopoldo López è stato scarcerato e si trova adesso nella sua casa di Caracas, dopo che gli sono stati concessi gli arresti domiciliari per problemi di salute.

Lo riferisce la Corte suprema, ma la famiglia non ha precisato di che problemi si tratti. López, 46 anni, ha lasciato il carcere militare di Ramo Verde prima dell'alba e ha potuto riabbracciare la moglie e i due figli. Ha già scontato tre anni in prigione per avere guidato proteste anti-governative e la sua scarcerazione giunge in un periodo in cui il Venezuela è nuovamente attraversato da proteste contro il presidente populista Nicolas Maduro.

Da tempo l'opposizione definiva López un prigioniero politico e diversi leader mondiali, fra cui il presidente Usa Donald Trump, avevano fatto pressioni per il suo rilascio.

A margine del vertice del G20, i leader di Spagna, Argentina, Messico e Brasile, Mariano Rajoy, Mauricio Macri, Enrique Peña Nieto e Michel Temer, hanno chiesto "la liberazione di tutti i prigionieri politici e l'organizzazione di elezioni libere e democratiche" in Venezuela.
Condividi