ECONOMIA

Usa

Verbali, la Fed intende alzare i tassi nonostante l'inflazione debole

La sede della Fed
Condividi
La Fed intende alzare i tassi nonostante l'inflazione debole, ma diverse voci si sono alzate per chiedere "pazienza".

È quanto emerso dai verbali della riunione degli scorsi 19 e 20 settembre del Federal Open Market Committee, il braccio di politica monetaria della Banca centrale statunitense. Nei verbali si legge anche che ci si aspetta che il tasso di disoccupazione continui a diminuire.

La crescita del Pil del terzo trimestre è stata frenata dal passaggio degli uragani Harvey, Irma e Maria, ma l'avvio della ricostruzione sosterrà la crescita del Prodotto interno lordo negli ultimi tre mesi dell'anno, si legge ancora nei verbali.

A settembre, i tassi rimasero all'1-1,25% e fu annunciato che dal mese in corso sarebbe iniziata la storica riduzione del bilancio della Fed. L'istituto segnalò l'intenzione di alzare il costo del denaro un'altra volta nel 2017, dopo le strette di marzo e giugno.
Condividi