Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Vescovo-Pistoia-Vicario-non-sostituira-ma-concelebrera-messa-con-don-Massimo-6c5af295-6d43-4bed-afb3-94c708263c55.html | rainews/live/ | true
ITALIA

La polemica

Vescovo Pistoia: "Vicario non sostituirà ma concelebrerà messa con don Massimo"

Don Biancalani a SkyTg24: "Le minacce che ho ricevuto su Facebook sono un segnale di imbarbarimento del Paese"

Condividi
“Quello che ho scritto nel comunicato stigmatizzando l'iniziativa di Forza Nuova e invitando tutti a non strumentalizzare l'Eucaristia, è molto chiaro e non ha bisogno di tante spiegazioni. Basta leggerlo. Se ho mandato il mio Vicario Generale l'ho mandato non per sostituire don Massimo ma per concelebrare con lui, manifestare la mia vicinanza, segnalare la necessità del rispetto della celebrazione eucaristica e invitare tutti alla ragione". Lo puntualizza il vescovo di Pistoia, mons. Fausto Tardelli, in una nota inviata al Sir dopo il comunicato diffuso in giornata. "Si tratterà dunque di una Santa Messa festiva ordinaria celebrata dal parroco e dal vicario del vescovo. I toni esasperati con i quali è stata trattata questa vicenda, anche da moti giornali e sulla rete, lo ripeto, non fanno altro che aprire la porta a strumentalizzazioni e polemiche. Quello che conta adesso è che in parrocchia a Vicofaro torni la serenità, per i parrocchiani e per i giovani migranti da essa ospitati”.

Don Biancalani a SkyTg24: "Le minacce che ho ricevuto su Facebook sono un segnale di imbarbarimento del Paese"
"Celebrerò la messa assieme al vicario. L'uscita di Forza Nuova non è commentabile, siamo alla follia. Il fatto che attraverso una foto si possa arrogare il diritto di giudicare la cattolicità di un prete denota più che altro ignoranza e degrado culturale". Lo ha detto don Massimo Biancalani, parroco di Vicofaro (Pistoia), a SkyTg24, commentando l'annuncio di alcuni militanti di Fn che intendono presenziare alla prossima messa del sacerdato finito al centro di una polemica dopo aver postato alcune foto di migranti in piscina. "Si tratta di una cosa davvero imbarazzante. Anche le minacce che ho ricevuto su Facebook sono un segnale di imbarbarimento del Paese. Credo che le forze politiche debbano essere più responsabili nell'affrontare con serietà questo fenomeno epocale", ha aggiunto Don Massimo. Sullo sgombero dei rifugiati ieri a Roma il parroco di Pistoia non ha dubbi: "Inammissibile usare violenza su queste povere persone".

Forza Nuova a messa don Biancalani per 'vigilare' su dottrina
I militanti di Forza Nuova avevano annunciato, in una nota, che saranno presenti domenica prossima alla messa della parrocchia di Vicofaro, a Pistoia, per  "vigilare sull'effettiva dottrina di don Massimo Biancalani".

Migranti in piscina e iniziano le polemiche. Don Biancalani: "Non mi fermo"
Da anni impegnato nell'accoglienza ai migranti, don Biancalani è finito al centro delle polemiche per aver regalato una giornata in piscina a una quindicina di profughi che avevano lavorato come aiuto cuochi e camerieri alla festa della Onlus 'Gli amici di Francesco'. Don Biancalani aveva postato su Facebook la foto dei migranti in piscina accompagnandola con la frase "loro sono la mia patria, i razzisti e i fascisti i miei nemici".

Tra quanti avevano reagito al post del parroco pistoiese anche il segretario della Lega Nord, Matteo Salvini, che aveva definito il religioso "antitaliano". E sul web la polemica era divampata con un corollario di insulti sul profilo Facebook di don Biancalani.



Don Biancalani ha poi detto: "Continuerò le mie iniziative con i giovani migranti nei prossimi giorni andremo in piscina, dove ci hanno fatto un prezzo davvero buono, e poi al mare. E continuerò a raccontare la nostra esperienza. D'altra parte, c'è  troppo silenzio sui problemi che riguardano l'immigrazione, c'è ipocrisia o strumentalizzazione politica".
Condividi