Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Vienna-23enne-confessa-gli-accoltellamenti-e-nega-il-movente-politico-2238a886-2516-48f8-9dc2-5ab142724af5.html | rainews/live/ | (none)
MONDO

Austria

Vienna, 23enne confessa gli accoltellamenti: "Ho agito per rabbia, scontento della mia vita"

L'uomo, un cittadino afghano, ha raccontato alla polizia di essere stato spinto dalla "sua situazione personale". Delle tre persone ferite una resta in gravi condizioni

Condividi

L'uomo di 23 anni arrestato ieri sera dopo che, armato di coltello, aveva sferrato due attacchi a Vienna ferendo 4 persone, si è dichiarato colpevole, ma ha negato di avere alcun movente politico. L'uomo, un cittadino afghano, ha spiegato di essere tossicodipendente e di aver agito per "rabbia per la sua situazione personale, perché scontento della sua vita", secondo quanto dichiarato dal portavoce della polizia Patrick Maierhofer.

Il primo attacco è avvenuto vicino alla stazione della metro Nestroyplatz e ha provocato il ferimento grave di tre persone, una coppia e la loro figlia 17enne. Il padre 67enne è in gravissime condizioni, mentre le altre due vittime non sarebbero in pericolo di vita.

Circa mezz'ora dopo, l'uomo ha attaccato un altro cittadino afghano nell'area di Praterstern.

Condividi