ITALIA

Omicidio a Barile

Vigile urbano ucciso in strada nel Potentino a colpi di pistola. Fermato un uomo

Il sospetto omicida è sotto interrogatorio. L'uomo è stato freddato in pieno centro a pochi metri dall'ufficio postale

Condividi
Un uomo sospettato di essere l'assassino di Remo Giuliano - il vigile urbano di 57 anni ucciso stamani davanti alla sua casa, a Barile (Potenza), con diversi colpi di pistola - è stato fermato dai Carabinieri ed è ora interrogato dagli investigatori e da due magistrati della Procura della Repubblica di Potenza.

Il movente dell'omicidio è di tipo personale, più probabilmente passionale. E' questa la pista che i Carabinieri hanno cominciato a seguire subito dopo l'omicidio, anche sulla base delle testimonianze raccolte a Barile. 

I Carabinieri del Comando provinciale di Melfi hanno ricostruito la dinamica dell'omicidio, consumato poco prima delle ore 11. L'assassino ha atteso il vigile urbano davanti alla sua abitazione in pieno centro, lo ha avvicinato e poi lo ha freddato per strada, con numerosi colpi di pistola, presumibilmente una calibro 7,65, per poi fuggire.

La comunità locale è sconvolta, è un piccolo paese del Melfese con 2.700 abitanti, uno dei cinque Comuni lucani della minoranza linguistica albanofona. In segno di cordoglio sono state sospese le manifestazioni estive della ''Notte Barilese'' previste per questa sera.  
Condividi