Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Vigilia-elezioni-Kenya-leader-opposizione-Odinga-rinnova-appello-boicottare-voto-f4f6970e-2975-4d64-99bc-dd4bcc4fe638.html | rainews/live/ | true
MONDO

Di nuovo alle urne

Vigilia elezioni in Kenya, il leader dell'opposizione Odinga rinnova l'appello a boicottare il voto

Odinga ha parlato di elezioni "farsa" e ha dichiarato che la sua coalizione deve ora trasformarsi in un “movimento di resistenza"

Condividi
Alla vigilia del nuovo voto per le presidenziali, il leader dell’opposizione Raila Odinga ha rinnovato l’appello ai suoi sostenitori affinché non partecipino “in alcun modo” a quelle che ha definito elezioni “farsa”, in programma nella giornata di domani.

Boicottare il voto
Nel suo discorso a Uhuru Park, nella capitale Nairobi, Odinga ha dichiarato che la Super alleanza nazionale (Nasa, la sua coalizione) dell’opposizione deve ora trasformarsi in un “movimento di resistenza”, chiedendo allo stesso tempo una “mobilitazione civile” e il boicottaggio delle aziende alleate del governo. Il leader dell’opposizione ha poi annunciato che chiederà lo svolgimento di nuove elezioni entro i prossimi 90 giorni.



Ripetizione delle elezioni
Odinga ha ritirato la scorsa settimana la sua candidatura alla ripetizione delle elezioni presidenziali, indette dopo che la Corte suprema aveva annullato quelle precedenti parlando di brogli e irregolarità. Era stato proprio Odinga a chiedere l’annullamento delle elezioni dell’8 agosto, che erano state vinte dal presidente uscente Uhuru Kenyatta con il 54% dei voti. Odinga si è ritirato dalle elezioni per costringere il comitato elettorale ad annullarle e dare tempo di fare le riforme che servono per garantire un voto davvero libero e democratico.

Rivalità Kenyatta-Odinga
La rivalità tra Kenyatta e Odinga ha condizionato la politica kenyana degli ultimi anni, ma quella tra le famiglie Kenyatta e Odinga ha segnato la storia politica del Kenya dell’ultimo mezzo secolo: Kenyatta è il figlio del primo presidente del paese, Odinga del primo vice-presidente. I due si erano già sfidati alle elezioni del 2013 ed era finita con un ricorso di Odinga alla Corte suprema per il sospetto che ci fossero stati dei brogli. Alla fine l’aveva spuntata Kenyatta, ma il rapporto tra i due era rimasto molto teso.
Condividi