Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Voto-in-Trentino-Il-candidato-della-Lega-vede-la-vittoria-78ac6299-6fa9-4e42-8657-7a17b75f4069.html | rainews/live/ | (none)
POLITICA

Elezioni provinciali

Voto in Trentino, vince il candidato del centrodestra Maurizio Fugatti

Il candidato della Lega al 46,7%: "I trentini ci hanno dato un mandato forte"

Condividi
"I trentini ci hanno dato un forte mandato. Lo avevamo detto negli ultimi giorni di campagna elettorale: qui chiunque vinca, per farlo nel migliore modo possibile abbia un forte mandato popolare". Lo ha detto Maurizio Fugatti, il leghista candidato del centrodestra eletto nuovo governatore in Trentino.  

I dati finali dello scrutinio delle elezioni provinciali danno Fugatti al 46,7%. Giorgio Tonini (Pd), sostenuto dal centrosinistra risulta al 25,4% e il governatore uscente Ugo Rossi (candidato dal Patt, Partito autonomista trentino tirolese) al 12,4%.

E' una vittoria, quella alle elezioni provinciali, che il futuro governatore leghista ritiene possa rilanciare il centrodestra unito. "Sì, è la classica formula, quella che c'è in Veneto, in Friuli Venezia Giulia e in Liguria" spiega Fugatti, mentre prima di metà pomeriggio riferisce di avere sentito il governatore del Veneto, Luca Zaia, "due volte e ho sentito anche Massimiliano Fedriga", il presidente della Regione Friuli Venezia Giulia.

Gli viene domandato se adesso si possa parlare di un Trentino "padanizzato". "Il Trentino è rimasto il Trentino" risponde. Sui rapporti coi leghisti in Alto Adige, Fugatti frena: "Prima vediamo la Giunta di Bolzano come sarà. Non compete a noi. Certo, se c'è questa maggioranza anche a risultati definitivi, i numeri parlano da sé".  

La vittoria del candidato leghista strappa al centrosinistra la guida della Provincia autonoma dopo vent'anni. Una coalizione, quella uscente, che nelle elezioni di ieri si è presentata divisa. Deputato, 46 anni, Fugatti dallo scorso giugno è sottosegretario alla Salute. 

In termini di lista, la Lega è il primo partito della provincia con il 27,09%, davanti al Pd con il 13,93%, il Patt con il 12,59%, mentre il M5s si ferma al 7,23%.

Con il 23,30% dei voti la Lega nel comune di Trento ha superato il Pd, che ottiene il 18,85%. Al terzo posto, con il 13,57%, la nuova formazione di centrosinistra Futura 2018, che è davanti al Patt (9,82). I 5 stelle ottengono l'8,30%.

In Consiglio provinciale, il centrodestra ottiene 21 seggi su 35, di cui 14 alla Lega, 2 a Civica Trentino e 1 ciascuno a Forza Italia e quattro liste locali. Per il centrosinistra 8 seggi, di cui 5 Pd, 2 alla civica Futura 2018 e 1 a UpT. 4 seggi vanno al Patt e due a M5s.
Condividi