Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Web-Polizia-Postale-nel-2018-xenofobia-cyberbullismo-e-truffe-in-aumento-7dbbf40e-27bc-4a9b-9318-250213d5006b.html | rainews/live/ | (none)
ITALIA

Minori a rischio

Web, Polizia Postale: nel 2018 xenofobia, cyberbullismo e truffe in aumento

Nel corso dell' anno 160.000 le truffe tentate e segnalate. Denunciate frodi finanziarie per 38 milioni di euro. Aumetano i casi di cyberbullismo. Boom di denunce sul portale online

Condividi
Le truffe, il cyberbullismo e l'odio online sono in continua crescita. Lo dice la polizia postale raccontando un anno di attività sul web. Oltre 5000 spazi virtuali monitorati nel 2018 per condotte discriminatorie di genere, antisemite,xenofobe e di estrema destra.  Ma il contrasto ai reati d'incitamento all'odio è solo uno dei tanti fronti.

Truffe online
Aumentano le truffe: nel 2018 la Polizia postale ha denunciato 3.355 persone, ne ha arrestato 39, ha sequestrato 22.687 spazi virtuali, ha ricevuto e trattato circa 160.000 segnalazioni di truffe o tentate truffe. Significativa l'attività svolta sulle cosiddette frodi delle assicurazioni, commessa attraverso la commercializzazione di polizze assicurative mediante la creazione di portali, in taluni casi con riproduzioni di pagine web di compagnie note, sulle quali sono promosse polizze assicurative temporanee false.

Cyberbullismo
Per quanto riguarda i minori, considerati tra i soggetti più a rischio nell'ambito dei reati online, grande attenzione è stata rivolta al contrasto di fenomeni emergenti che scaturiscono da fragilità psico-emotiva dei più giovani tra i quali emergono episodi diistigazione all'autolesionismo e al suicidio, strutturati anche in modalità di sfida o di gioco. In particolare, dal 2017, il Centro ha avviato un'attività di monitoraggio della rete finalizzata a contrastare il fenomeno noto come "Blue Whale", attività rivolta a individuare le vittime e i "curatori" e che ha fatto registrare circa 700 segnalazioni, delle quali 270 confluite in comunicazioni di notizie di reato alle Procure.

E l'aumento del numero degli adolescenti presenti sul web ha determinato una crescita esponenziale del numero di minorenni vittime di reati contro la persona: dai 104 casi registrati nel 2016 si è passati a 177 nel 2017 e 202 casi trattati nel 2018, le vittime hanno tutte un'età compresa tra i 14 e i 17 anni.   

Indagini e arresti contro pedopornografia
Sempre per quel che riguarda i minori, durante l'anno che sta per chiudersi grazie all'attività della Polizia postale 43 persone sono state arrestate e 532 persone denunciate nell'ambito di indagini contro la pedopornografia online. Le indagini relative al fenomeno dell'adescamento di minori online hanno portato all'arresto di 3 persone e alla denuncia di 136 indagati.   




Frodi finanziarie
Nel corso del 2018 sono state denunciate frodi finanziare sul web per 38 milioni dei quali 9 milioni recuperati e restituiti. Nell'ambito del financial cybercrime c'è un maggiore ed evoluto utilizzo di tecniche di hackeraggio, attraverso l'utilizzo di malware inoculati mediante tecniche di phishing - spiega la polizia -  al fine di intromettersi nei rapporti commerciali tra aziende. L'obiettivo è dirottare le risorse finanziarie verso i conti correnti dei cybercriminali.

Il commmissariato online
Il portale è divenuto il punto di riferimento specializzato - spiega la nota della polizia - per chi cerca informazioni, consigli, suggerimenti di carattere generale, o vuole scaricare modulistica e presentare denunce. Circa 11.000 (10.922) denunce presentate dagli utenti, 19.088 richieste di informazioni evase e 18.722 segnalazioni ricevute dai cittadini. Uno strumento agevole che consente al cittadino, da casa, dal posto di lavoro o da qualsiasi luogo si desideri, di entrare nel portale ed usufruire dei medesimi servizi di segnalazione, informazione e collaborazione che la Polizia Postale e delle Comunicazioni quotidianamente ed ininterrottamente offre agli utenti del web. 

 
Condividi