Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Xylella-falso-allarme-in-Liguria-cd1f87ec-faf6-4140-9216-816d7231c465.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Genova

Xylella, falso l'allarme in Liguria

"Siamo molto contenti - ha detto l'assessore dall'assessore regionale all'agricoltura Giovanni Barbagallo -  perché in questo modo si salva l'olivicoltura del nostro territorio"

Condividi
Grande soddisfazione per l'esito negativo delle analisi sulla pianta  di ulivo sospettata di essere infetta da Xylella, trovata in Liguria in un vivaio di Pietra Ligure è stata espressa dall'assessore regionale all'agricoltura Giovanni Barbagallo. "Siamo molto contenti - ha detto l'assessore -  perché in questo modo si salva l'olivicoltura del nostro territorio e le altre coltivazioni che ne avrebbero risentito. La presenza della Xylella avrebbe creato danni enormi all'olivicoltura ligure, sia dal punto di vista economico, visto che molte famiglie vivono sulla coltivazione di questo albero,  sia ambientale  e turistico, modificando completamente il paesaggio di una parte del ponente ligure.

In questo modo si salva una coltura di pregio e di qualità ambientale". L'assessore ha ribadito che è stato verificato il buon funzionamento del sistema dei controlli che hanno dato risposte immediate. Nei prossimi giorni, fa sapere il settore fitosanitario regionale, verranno revocate le prescrizioni emanate a carico del vivaio Gambetta di Pietra Ligure che potrà, con tranquillità riprendere la sua attività. 

La Regione Toscana intanto "chiede che sia fatta chiarezza su quanto accaduto, per i danni che può aver provocato all'immagine del vivaismo toscano". La Regione, con il suo assessorato all'agricoltura, ricorda che "non solo in questi mesi sono stati intensificati i controlli sui vivai toscani, con risultati sempre negativi, ma negativo è risultato anche il caso ligure che si è voluto collegare alla Toscana".

 
Condividi