Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Zingaretti-procura-Roma-indagato-Espresso-finanziamento-illecito-ai-partiti-M5S-Pd-601d66d3-b00b-4f22-9b0f-f78d83ce03cc.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Notizia diffusa dal settimanale

L'Espresso: "Zingaretti indagato per presunto finanziamento illecito". Lui: fiducia nella giustizia

Sarebbe spuntato il nome di Nicola Zingaretti nelle indagini per un presunto finanziamento illecito ai partiti che sta portando avanti la Procura di Roma. Il segretario Pd: "Sono tranquillo e totalmente estraneo ai fatti"

Condividi
di Tiziana Di Giovannandrea Nicola Zingaretti esprime "fiducia nella giustizia". Il neo-segretario Pd e governatore della Regione Lazio secondo l'Espresso sarebbe indagato per un presunto finanziamento illecito ai partiti.

Zingaretti ha immediatamente smentito e commentato la notizia diffusa dal settimanale e ha replicato agli attacchi arrivati nei suoi confronti da parte di esponenti del Movimento 5 Stelle: "In merito all'articolo dell'Espresso sulla mia iscrizione nel registro degli indagati della Procura di Roma per un presunto finanziamento illecito, voglio affermare di essere estremamente tranquillo perché forte della certezza della mia totale estraneità ai fatti che, peraltro, sono stati riferiti come meri pettegolezzi de relato e senza alcun riscontro, come affermato dallo stesso articolo del settimanale". "Mai nella mia vita - ha aggiunto - ho ricevuto finanziamenti in forma illecita e attendo quindi con grande serenità che la giustizia faccia tutte le opportune verifiche per accertare la verità".

Nicola Zingaretti ha concluso dicendo: "Quanto al Movimento 5 Stelle e alle loro scomposte dichiarazioni: comprendo la loro disperazione per il disastro politico che stanno combinando, per essere da mesi succubi del loro alleato di governo, per essere in caduta libera nel gradimento dei citttadini e per le batoste elettorali avute in Abruzzo e Sardegna. Ma se pensano di aggrapparsi alle fantasie di qualcuno sbagliano di grosso. Non mi faccio intimidire da chi utilizza queste bassezze. Se ne facciano una ragione".

Zingaretti sarebbe indagato dalla Procura di Roma per un presunto finanziamento illecito nell'ambito di un procedimento stralcio maturato dal filone riconducibile al giro di presunte tangenti pagate da legali di importanti aziende per ottenere sentenze favorevoli al Consiglio di Stato. Erogazioni, però, di cui i magistrati non hanno trovato traccia al punto che per Zingaretti potrebbe profilarsi presto una richiesta di archiviazione. 

Nicola Zingaretti è stato subito attaccato da vari esponenti del M5S. Il sen. pentastellato Gianluigi Paragone ha chiesto al neo segretario Pd e governatore della Regione Lazio di fare "un passo indietro" se fosse confermata la notizia dell'indagine per finanziamento illecito ai partiti: "Apprendiamo dall'Espresso un fatto che, se confermato, sarebbe gravissimo", ha detto il parlamentare del Movimento 5 Stelle: "Zingaretti risulterebbe indagato per un presunto finanziamento illecito. Mi auguro che il neo segretario del Pd smentisca questa notizia, altrimenti faccia un passo indietro. Certo, sarebbe veramente un pessimo inizio...".
Condividi