Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/a-lecce-la-scuola-incentiva-le-startup-caf4ae4d-74fe-4ae0-903c-579dcf1a8f8d.html | rainews/live/ | (none)
TECH

"Cerchiamo giovani geni nelle scuole medie"

La scuola come incubatore di startup

Un istituto superiore statale fa da incubatore e acceleratore di startup per i suoi giovani studenti. Succede a Lecce, dove i docenti affiancano i giovani supportando concretamente le loro idee e aiutandoli a tradurle in microimprese

Olio d'oliva commercializzato dalla startup di studenti
Condividi
di Celia GuimaraesLecce All’Istituto tecnico “Galilei-Costa” di Lecce i docenti non si accontentano solo di stimolare la creatività degli studenti. Innovazione e cambiamento sono invece le parole d’ordine.

Ad oggi sono già una decina i progetti avviati o in fase di avviamento. Startup che propongono un modo nuovo di commercializzare un prodotto “vecchio” come l’olio extravergine d’oliva, altre che implementano tecniche per migliorare l’accessibilità del web. Il progetto più recente prevede la creazione di un comune salentino virtuale.

Ecco alcuni esempi di startup già implementate e di altre in via di realizzazione:

SKS – Student Kard System, nata nel 2007, è un sistema di vantaggi e sconti per studenti. I possessori della card sono parte di una community, che si aggiorna in tempo reale e dinamicamente.

La più “sociale”, in fase di realizzazione da parte di un gruppo di ragazzi di quarto anno, ha vinto a Verona il concorso “A scuola di impresa”. Consiste nella costituzione di un team formato da informatici e non vedenti con l’obiettivo di migliorare l’accessibilità di siti web della pubblica amministrazione.

Dieta Med-Italiana invece opera nella promozione dell'alimentazione mediterranea e dei prodotti tipici del territorio.

Nectàrea, sempre in campo alimentare, propone un modo innovativo di promuovere e commercializzare un prodotto antico come l’olio extravergine d’oliva: non viene un semplice condimento ma un prodotto dalle proprietà salutistiche e cosmetiche tali da poter essere venduto in farmacia ed erboristeria.

La startup più “internettiana” è di uno studente di terzo anno chiamata Island of Host, che interagisce con i propri giovani e giovanissimi clienti fornendo un originale e assistito servizio di web hosting.

Infine il progetto più curioso, in fase di sviluppo, sarà un vero e proprio Comune virtuale con dei cittadini reali.  Si chiama Salèntide e connetterà salentini che per studio o per lavoro vivono lontano dalla propria terra. Anche questa un’idea vincente, premiata al concorso del CNR 'InvFactor - Anche tu genio'. 


 
Condividi
scuola innovazione impresa
  • pessimo
  • scarso
  • medio
  • buono
  • ottimo