TECH

Dai robot alla realtà virtuale, in mostra l'hi-tech a 360 gradi

​Al via Maker Faire, a Roma arrivano gli artigiani digitali

Condividi
Roma torna ad essere capitale dell'hi-tech con la Maker Faire, la kermesse che richiama nella capitale gli artigiani digitali italiani ed europei. Dal primo al 3 dicembre, presso la Fiera di Roma, oltre 100.000 metri quadrati ospitano l'innovazione a 360 gradi, dalla robotica alla salute passando per l'agricoltura e l'alimentazione.   

Giunta alla quinta edizione, "Maker Faire - The EuropeanEdition 4.0" espone centinaia di soluzioni tecnologiche tra realtà virtuale e realtà aumentata, droni e stampa 3D, impresa 4.0, internet delle cose, giochi, musica ed energia sostenibile. Nel complesso sono 750 i progetti presentati dai maker di 40 Paesi, cui si aggiungono le creazioni di 55 scuole e 28 università e istituti di ricerca italiani e stranieri.   

A bambini e ragazzi sono dedicati i 10.000 metri quadrati dell'Area Kids, pensata per il divertimento e l'apprendimento dei più piccoli. Qui sono attesi 15mila giovani, che possono viaggiare su Marte in compagnia di un robot simile a quelli della Nasa, costruire sciami di robot e disegnare in 3D, oltre a prendere parte ai numerosi laboratori tematici.   

L'esposizione si articola in sette padiglioni, ognuno legato a un tema, dai droni all'elettronica, dalla vita alla luce.   

Ad aprire i lavori è la conferenza nella quale è prevista lapartecipazione del ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, e del curatore della Maker Faire Massimo Banzi,cofondatore di "Arduino", la scheda elettronica presente sullascrivania di ogni maker. Obiettivo della manifestazione èsuperare i numeri dell'edizione 2016, che con 110.000 visitatoriha battuto l'edizione di New York ed eguagliato quella della BayArea nella Silicon Valley. 
Condividi