Italia

Il caso

Omicidio a Pescara, giovane scomparso trovato ucciso tra gli arbusti

I familiari avevano denunciato la scomparsa del 29enne lunedì scorso

Pescara, Alessandro Neri, ritrovamento corpo 080318 (Ansa)

Potrebbe essere eseguito venerdì l'esame autoptico sul corpo di Alessandro Neri, il 29enne di Pescara trovato morto nel pomeriggio nei pressi del fosso Vallelunga, periferia di Pescara, tre giorni dopo la sua scomparsa da casa, a Spoltore. L'autopsia sarà eseguita dal medico legale Cristian D'Ovidio, che ha già effettuato una prima ispezione cadaverica sul posto, dopo il recupero del corpo da parte dei vigili del fuoco.

Il 29enne, secondo quanto appreso, è stato raggiunto almeno da un colpo di arma da fuoco al torace, con foro di entrata anteriore. La posizione in cui è stato trovato il corpo tra alcuni arbusti nei pressi di un corso d'acqua, si apprende da fonti investigative, sarebbe incompatibile con il suicidio. Del caso si stanno occupando i carabinieri della Compagnia di Pescara, coordinati dal capitano Antonio Di Mauro, che indagano in ogni direzione per risalire al contesto in cui è maturato il delitto. 

Gli investigatori indagano anche per capire se il 29enne è stato ucciso nel luogo del ritrovamento o se il corpo sia stato trasportato lì dopo l'omicidio. Accertamenti in corso anche per fare luce sulla vicenda dell'automobile del giovane, trovata ieri nella zona del centro cittadino di Pescara. C'è da appurare da chi e quando la macchina del giovane è stata parcheggiata in quel posto: elementi utili potrebbero arrivare in tal senso dalle immagini delle videocamere di sorveglianza presenti in zona.

Amici e parenti ricordano il 29enne come un bravo ragazzo, una persona di buona famiglia, e non si spiegano quanto accaduto. 

I familiari avevano denunciato la scomparsa del giovane lunedì scorso.
Informativa breve

Il sito Rai utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata, per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi e se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui - Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.