Sport

I funerali a Santa Croce a Firenze

Badelj saluta Astori da parte della squadra: "Grazie Davide, sei la nostra luce"

La piazza della Basilica colorata di bandiere e sciarpe viola per rendere omaggio al capitano della Fiorentina. Le commosse parole del vicecapitano e l'elogio del cardinal Betori per l'impegno in favore dei bambini malati

I funerali di Davide Astori a Firenze (Ansa)

di Nicola Iannello

A salutare Davide Astori nella Basilica di Santa Croce, a nome della Fiorentina è il suo vicecapitano, il croato Milan Badelj, con parole non scontate: "Grazie Davide, tu per noi sei la nostra luce, tu sei il calcio puro dei bambini, il figlio e il fratello che tutti vorremmo avere". Così il compagno di squadra per tutti gli altri e per la società. "Non sapevi parlare le lingue, però ti facevi capire da tutti perché parlavi con il cuore. E questo è un dono di pochi eletti".
 
La cerimonia funebre – tenutasi senza telecamere – è stata accompagnata dal coro del Maggio Musicale Fiorentino. A celebrarla, il cardinal Giuseppe Betori. L’arcivescovo di Firenze, nella sua omelia, ha esaltato la figura di Astori per quello che faceva fuori dal campo di calcio: "Abbiamo scoperto in questi giorni, con ammirazione - l'impegno del capitano per i bambini malati nel nostro ospedale Meyer e in Paesi lontani. Ma non meno significativa è stata la testimonianza di suoi compagni più giovani, che nella squadra si sono sentiti da lui accolti, indirizzati, sorretti". Nella sua omelia, il cardinal Betori ha tessuto l’elogio del calciatore: "Siamo qui a pregare per Davide, in questa basilica che l'Italia ha voluto fosse il sacrario degli uomini più illustri che l'hanno onorata, e che custodisce le virtù più alte del nostro popolo. Queste virtù noi riconosciamo in Davide - ha aggiunto l’arcivescovo di Firenze - e per questo lo salutiamo in questo luogo".
 
All’uscita del Feretro da Santa Croce, i tifosi lo hanno salutato cantando l’inno della Fiorentina e scandendo “Un Capitano, c’è solo un Capitano!”. La piazza si è fatta viola per le bandiere e le sciarpe sventolate della migliaia di persone accorse a dare l’ultimo saluto a Davide Astori.
Informativa breve

Il sito Rai utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata, per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi e se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui - Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.