Economia

Vienna

Tria: reddito di cittadinanza, flat tax e la legge Fornero si faranno insieme ma gradualmente

Sarà la politica a stabilire quale avrà la priorità. Saranno privilegiate le riforme che possono avere un impatto sulla crescita. "Spero che lo spread scenda ancora", dice il ministro al termine dell'Ecofin informale a Vienna

Giovanni Tria in Austria all'Eurogroup (Ap)

di Tiziana Di Giovannandrea

Il ministro dell'Economia, Giovanni Tria, a Vienna ha partecipato alla riunione informale dell'Ecofin assieme a tutti gli altri ministri dell'Economia e delle Finanze degli Stati membri dell'Unione europea in vista della sessione ufficiale del Consiglio.

Nel corso della riunione informale sono state discusse alcune iniziative che saranno affrontate nel Consiglio ufficiale. 

Manovra finanziaria per il 2018
L'incontro all'Ecofin è stata l'occasione per Tria di ribadire a proposito della manovra finanziaria che i dati sull'economia sono confortanti e quindi le tre riforme partiranno, con riferimento al reddito di cittadinanza, alla flat tax e alla modifica della legge Fornero: "Ci sono margini per far partire le varie riforme, ovviamente si stanno mettendo a punto, tutto questo verrà fatto gradualmente nel corso della legislatura. C'è ovviamente un bilanciamento, se dare più l'accento su una o l'altra riforma, ma partiranno tutte e tre", ha detto, aggiungendo sullo spread: "Speriamo che chiarendo quali saranno i limiti del nostro bilancio, come è stato dichiarato da tutto il governo, la discesa dei tassi, cioè dello spread, continui come accaduto questa settimana e quindi questo consentirà di fare nuove stime'. Il ministro Tria non ha fornito cifre in quanto il dato preciso dell'aggiustamento strutturale: "Non si può dare perché dipende dalle nuove stime sulla crescita che verranno dai dati, intorno al 20 settembre, dell'Istat".

Il titolare di Via XX Settembre ha sottolineato che ovviamente sarà la politica a stabilire quale riforma avrà la priorità ma saranno sicuramente privilegiate le riforme che possono avere un impatto sulla crescita.

Sempre sulla manovra il ministro Giovanni Tria ha precisato al termine della riunione Ecofin che non ha mai commentato le frasi di viceministri: "Volevo smentire quanto ha scritto 'La Repubblica' oggi, cioè che ho commentato le dichiarazioni di viceministri durante la riunione (dell'Ecofin, n.d.r.), cosa che evidentemente non ho fatto perché è contro ogni regola". 
Informativa breve

Il sito Rai utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata, per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi e se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui - Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.