Mondo

Presentato il candidato vice

Usa 2016. Trump con Pence per 'aggiustare' l'America. "Più grande successo Hillary? È farla franca"

"Sono un outsider. E voglio esserlo", ha detto.

Donald Trump, Mike Pence (AP Photo/Evan Vucci)

"Insieme aggiusteremo l'America e la renderemo di nuovo grande". Lo ha detto il candidato repubblicano nella corsa alla Casa Bianca Donald Trump presentando oggi ufficialmente a New York il suo candidato alla vicepresidenza Mike Pence che - ha sottolineato - "è stata la mia prima scelta" per il ticket.

Mike Pence "è una persona molto per bene, di carattere e onesto. Ammiro il lavoro che ha fatto in Indiana da governatore e il modo risoluto con cui lotta per la gente".

"Il più grande successo di Hillary Clinton è farla franca, ma ne pagherà il prezzo alle urne". Lo ha detto il candidato repubblicano nella corsa alla Casa Bianca sferrando un altro duro attacco alla rivale democratica, con riferimento allo scandalo delle e-mail della ex segretario di Stato.

"Devo essere onesto, una delle ragioni per cui ho scelto Pence è l'unita del partito". Lo ha ammesso a chiare lettere Trump presentando ufficialmente il governatore dell'Indiana come suo vice, sottolineando come da più parti e ripetutamente è stata invocata proprio l'unità del partito. Allo stesso tempo Trump ha riconosciuto di essere un "outsider". E voglio esserlo", ha detto.

"Accetto il tuo invito a correre e a servire" il Paese. Così Mike Pence ha risposto. "Trump comprende le frustrazioni e le speranze degli americani come nessuno dai tempi di Ronald Reagan", ha detto Pence citando proprio l'ex presidente repubblicano in un attacco sferrato contro Washington come capitale della politica, affermando: "siamo stanchi che qualcuno ci dica cosa fare". Pence si è quindi 'presentato' all'America sottolineando di essere "cristiano, conservatore e repubblicano, in questo ordine" e ha sferrato a suo volta un attacco alla candidata democratica Hillary Clinton, affermando che una delle ragioni per cui ha accettato la candidatura è "perché Hillary Clinton non deve mai diventare presidente degli Stati Uniti". 
Informativa breve

Il sito Rai utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata, per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi e se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui - Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.