Italia

'Chi si droga si ferma'

"Io ho scelto la vita". La campagna di San Patrignano contro la tossicodipendenza femminile

Con un sms o una chiamata da fisso al numero solidale 45590 si può donare fino al 22 marzo 

SanPatrignano Tossicodipendenza al femminile tra le giovani

L'abuso di droghe al femminile è un fenomeno senza precedenti. Sono sempre di più le studentesse delle scuole secondarie superiori che sperimentano sostanze psicoattive illegali (30%) con un aumento considerevole nel consumo di sostanze definibile "ad alto rischio". 

A caratterizzare il consumo giovanile al femminile è l’uso di tranquillanti o sedativi senza prescrizione medica: li hanno assunti almeno una volta nella vita il 4,8 per cento delle studentesse contro il 2,9 per cento dei maschi. Il fenomeno che maggiormente caratterizza lo stile dell’uso di droghe da parte delle giovani è, però, la poliassunzione di sostanze psicoattive, legali ed illegali. La combinazione più diffusa è quella di alcol, tabacco e cannabis, sperimentata dal 62,8 per cento dei maschi policonsumatori e da una percentuale di poco superiore, il 64,2%, delle femmine.

A San Patrignano le ragazze rappresentano il 22% del totale degli ospiti, con un’età variabile dai 14  ai 40 anni, spesso ragazze insospettabili. Storie che spesso nascondono violenza e abusi, episodi di bullismo pesante a scuola, disturbi alimentari. La tossicodipendenza femminile infatti è spesso legata a disagi e mali tipici del nostro tempo. 

La comunità per la giornata dell’8 marzo lancia la campagna "Io ho scelto la vita" con l’obiettivo di contrastare la tossicodipendenza femminile. ”Nell’ultimo anno abbiamo registrato un incremento importante delle richieste d’aiuto da parte di donne. Cresce il numero delle minorenni”, dice Antonio Tinelli, presidente della comunità di San Patrignano, che ogni anno accoglie e sostiene in percorsi di recupero circa 450 ragazzi, mentre 1.500 sono le presenze stabili.

Nel corso dei suoi 40 anni di vita la comunità ha aiutato, in maniera completamente gratuita, oltre 3400 donne di tutte le età, dai 13 ai 52 anni. Diverse le dipendenze riscontrate, a partire dall’eroina, passando per hashish e cocaina fino ad arrivare agli allucinogeni. Dal 2012, inoltre, la comunità ha iniziato a registrare quante delle neo entrate siano state vittime di abusi fisici e sessuali e, di queste, 1 su 3 è state vittima di violenze. Infine, a confermare la preoccupante crescita della tossicodipendenza femminile in Italia è l’incremento del numero di donne entrare nella comunità di San Patrignano nel 2017, che hanno superato gli 80 ingressi per la prima volta dal 2001.

La campagna “Io ho scelto la vita” gode del sostegno della RAI - Responsabilità Sociale: dal 12 al 18 marzo la campagna sarà promossa sui principali contenitori di intrattenimento e informazione delle reti RAI e sul sito www.rai.it.
Informativa breve

Il sito Rai utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata, per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi e se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui - Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.