Mondo

Turchia, rivendicato da Isis attentato a Diyarbakir

Turchia, Diyarbakir, autobomba, 4 novembre 2016 (Ap Photo)

L’Isis ha rivendicato l'attentato che ha visto un'autobomba esplodere ieri  mattina nella città di Diyarbakir, la più popolosa città curda della Turchia, situata nel sud est del Paese, ed uccidere almeno 9 persone e ferirne 100. Lo riferisce il sito specializzato nel monitoraggio dell'attività ei jiahdisti sul web, Site. Per i jihadisti sunniti di Isis i curdi sono alla stregua degli sciiti i nemici peggiori e più temuti. Il premier Binali Yildirim aveva puntato stamane il dito, invece, contro il bersaglio preferito di Ankara, i combattenti curdi del Pkk, in guerra dal 1984 con la Turchia. 
Informativa breve

Il sito Rai utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata, per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi e se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui - Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.