Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/appello-da-Assisi-Europa-non-ceda-al-sovranismo-Conte-fraintesa-nostra-politica-su-migranti-f6feab12-3b04-4109-8b06-63455985abf9.html | rainews/live/ | true
ITALIA

La cerimonia

L'appello da Assisi: "Europa non ceda al sovranismo". Conte: "Fraintesa nostra politica su migranti"

La cancelliera tedesca Angela Merkel alla cerimonia di consegna della Lampada della pace di San Francesco al Re di Giordania Abdallah 

Condividi
"Lo scorso anno, dando la Lampada alla cencelliera Merkel, auspicammo la costruzione di un'Europa unita e plurale. E ancora oggi siamo convinti che il nostro Continente non possa abdicare a questa sua vocazione e cedere ad illusorie quanto malsane aspirazioni sovraniste". Lo ha detto il Custode del Sacro Convento di Assisi, padre Mauro Gambetti, nel suo saluto prima della consegna della 'Lampada della Pace' a Re Abdallah di Giordania. Alle sue parole, pronunciate davanti al premier Giuseppe Conte e alla cancelliera tedesca Angela Merkel, è seguito un lungo applauso.

Conte: "Nostra politica spesso fraintesa"
"La nostra politica sull'immigrazione viene spesso fraintesa, riduttivamente veicolata, affidata ad un messaggio talmente semplificato da risultare fuorviante". Lo ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. "In realta' la nostra politica e' molto articolata e complessa: lavoriamo intensamente sulle cause originarie, per assistere i Paesi di origine e di transito, per investire nel capitale umano in modo da creare le premesse per una risposta efficace alla sfida globale - e non solo regionale - posta da tale fenomeno", ha aggiunto.

Conte; "Ius soli non in contratto ma spero che parlamento ne discuta"
"Siamo nati con un contratto di governo solenne, questo argomento non è nel contratto di governo ma spero che si avvii in sede parlamentare una riflessione serena dove si può anche valutare una prospettiva di nascita sul territorio italiano che deve essere collegata a un percorso di integrazione serio". Lo ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, parlando dello ius soli, nel corso di un dibattito nel salone papale del sacro convento di Assisi con il Re di Giordania e la cancelliera Merkel. "Occorre un percorso di integrazione affinché un neonato possa aver vissuto, conosciuto e condiviso i nostri valori", ha aggiunto.

Merkel ad Abdallah: "Esempio per Medio Oriente"
"Lei rafforza la comprensione, dona speranza, si adopera per la pace... Cosi' e' diventato un esempio che va oltre la Giordania e il Medio Oriente, e' un vero ambasciatore mondiale per la pace". La cancelliera tedesca Angela Merkel si e' rivolta con queste parole al sovrano di Giordania durante la cerimonia di consegna della Lampada della pace di San Francesco a re Abdullah II. "Da otto anni morte e distruzione flagellano (la Siria), milioni sono fuggiti da guerra e violenza, e il Paese non chiude gli occhi davanti a questa tragedia, al contrario, sua Maesta' risponde con umanita'" ha dichiarato Merkel all'inizio del suo discorso. "Il Paese ha accolto oltre 770mila profughi dalla Siria - ha ricordato Merkel - e sono solo le cifre ufficiali: se trasferissimo questo rapporto alla Germania significherebbe accogliere cinque milioni di persone, in Italia piu' di quattro. Dobbiamo essere consapevoli di tali dimensioni, e che questo richiede la nostra solidarieta'. Dobbiamo essere pronti, anche in futuro a dare una mano alla Giordania".
Condividi