Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/appello-del-ministero-della-Salute-di-Gaza-Subito-un-corridoio-umanitario-per-i-feriti-gravi-c5c1ffa5-1dba-4f31-a03e-08197f6f6d15.html | rainews/live/ | true
MONDO

Il conflitto in Medio Oriente

Gaza, ospedali al collasso. Il ministero della Salute: "Subito un corridoio umanitario per i feriti"

Gli ospedali cittadini sono sovraccarichi e non riescono a curare tutti dopo gli ultimi attacchi. A Rafah 85 morti solo nelle ultime ore

Condividi
E' un appello urgente per salvare la vita a decine di feriti gravi: il Ministero della Salute di Gaza chiede posti letto e sale operatorie a tutti gli ospedali fuori dalla striscia. In pericolo ci sono 50 pazienti che hanno bisogno di curei urgenti.

Ospedali al collasso
Gli ospedali di Gaza sono sovraccarichi e non riescono a far fronte alla richiesta di soccorso, specialmente dopo gli ultimi attacchi a Rafah, dove nelle ultime ore sono state uccise più di 85 persone, mentre altre 350 almeno sono state ferite, alcune in modo grave. 

Corridoio umanitario
Non ci sono solo i feriti, ma anche i pazienti cronici gravi. Il Ministero della Salute chiede immediatamente un corridoio umanitario da Rafah al Naser Hospital di Khan Younis, per curare in un luogo più sicuro i pazienti sottoposti a dialisi. L'Al Najjar Hospital di Rafah - al massimo della sua capacità con 108 posti letto - è stato evacuato ieri. Sono operativi solo due piccoli ospedali, il "Kuwait" con 20 posti letto, e l'Emirati Maternity Hospital, con 50 posti letto, che a Rafah devono far fronte a una popolazione di 350.000 persone, fra le quali centinaia di feriti.
Condividi