TECH

Apple da record: utili e ricavi oltre le attese. Grazie a Music e App Store

Condividi
Apple fa il pieno di utili e ricavi, con il ritrovato sprint dell'iPhone, il balzo delle vendite di iPad e il boom della divisione servizi. Risultati sopra le attese che mettono le ali ai titoli di Cupertino, che arrivano a salire nelle contrattazioni after hours fino al 5,38%, arrivando a sfiorare i massimi storici.     L'utile netto del terzo trimestre dell'esercizio fiscale del 12% a 8,7 miliardi di dollari. Il fatturato è balzato a 45,4 miliardi di dollari, dai 42,4 miliardi del 2016. Anche le stime per il trimestre in corso sorprendono positivamente il mercato. Per il periodo luglio-settembre Apple prevede ricavi per 49-52 miliardi di dollari, con un margine lordo compreso fra il 37,5% e il 38%.
 
Unico neo dei conti è il calo dei ricavi in Cina, scesi del 10% a 8 miliardi di dollari     Soddisfatto l'amministratore delegato Tim Cook. "Con ricavi in aumento del 7% sui base annua, siamo contenti di registrare il terzo trimestre consecutivo di accelerazione della crescita e il trimestre record per la divisione servizi" dice. E' proprio la divisione servizi, che include l'App Store e Apple Music, quella a registrare infatti la crescita maggiore: i ricavi sono balzati a 7,3 miliardi di dollari, in aumento del 22% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso.    Plaude alla buona performance anche il chief executive officer di Apple, Luca Maestri. "Nel trimestre che si è chiuso in giugno abbiamo registrato una crescita dei ricavi in tutte le categorie di prodotto. Abbiamo distribuito agli azionisti 11,7 miliardi di dollari nel corso del trimestre, portando a 223 miliardi di dollari il totale distribuito con il nostro programma" spiega. Le vendite di iPhone sono infatti salite dell'1,6% a 41 milioni di unita', mentre quelle di iPad hanno registrato un aumento del 15%. 
Condividi