Original qstring: refresh_ce | /dl/rainews/articoli/apre-fuoco-youtube-e-si-toglie-vita-disputa-con-azienda-colpisce-11eb151b-b18f-40ea-a80e-59d8c11b0d66.html | rainews/live/ | true
MONDO

San Bruno

California, apre il fuoco nella sede di Youtube: ferisce tre persone si suicida

Ad aprire il fuoco una donna, poi morta suicida. Avrebbe colpito a caso. Il movente: una disputa con YouTube

Condividi
Era ossessionata da YouTube. Così, probabilmente, si spiega la decisione di Nasim Najafi Aghdam, 39 anni, di aprire il fuoco con una pistola, ieri, in un cortile esterno del quartier generale di YouTube a San Bruno, in California, negli Stati Uniti, ferendo tre persone, prima di suicidarsi.

A parlare dell'odio della donna nei confronti della piattaforma online, divenuta una ragione di vita, sono stati i suoi familiari, con i media locali; poi, ai reporter è bastato fare ricerche online per scoprire l'ossessione della donna, che accusava YouTube del suo mancato successo sulla piattaforma. 

La donna di San Diego, di origini iraniane, accusava YouTube di 'censurare' i suoi video: secondo il Washington Post e altri media, aveva diversi canali sulla piattaforma con contenuti di vario tipo, a partire dalle battaglie per i diritti degli animali e delle tematiche relative al veganismo. "Non c'è libertà di parola nel mondo reale" scriveva in un sito che è stato identificato dal San Francisco Chronicle come appartenente alla donna, "non c'è un'equa opportunità di crescita su YouTube o altri siti di condivisione di video, il tuo canale crescerà solo se lo vorranno loro". 

Nasim Najafi Aghdam ha colpito tre persone a caso. Lo ha detto la polizia, sottolineando che la donna non aveva obiettivi specifici e non conosceva le vittime, quando ha aperto il fuoco, prima di togliersi la vita. La polizia ha anche confermato che la donna aveva avuto una lunga disputa con YouTube.  
Condividi