Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/aruba-si-aggiudica-estensione-cloud-820d7208-af3a-4076-a93b-1c6f5f34f7ef.html | rainews/live/ | (none)
TECH

Assegnata alla società italiana la gestione del dominio di primo livello

Il Cloud è italiano, l'ha vinto Aruba

L'italiana Aruba si è aggiudicata l’estensione '.cloud', battendo la concorrenza di tech companies come Amazon, Google e Symantec, che ne avevano fatto richiesta. Ora la società sarà reponsabile del Registro ufficiale del dominio.
 
 

Condividi
di Celia GuimaraesMilano Al Registro Ufficiale per la registrazione dei domini '.cloud' avevano fatto domanda sei società: Amazon, CloudNames, Charleston Road Registry (Google), Dash Cedar, Symantec e Top Level Domain Holdings. Oltre, naturalmente, ad Aruba, società per azioni italiana di servizi di data center, web hosting, e-mail, posta elettronica certificata e registrazione domini. 

Cloud, termine diventato popolare e onnicomprensivo, è un’estensione molto ambita. Il grande successo della 'nuvola' in tutte le sue accezioni ha di fatto reso l’estensione d’interesse generale, soprattutto in un mercato in grande fermento per affermare la propria 'cloud identity'.

Registro mondiale
Aruba adesso costituirà il Registro Ufficiale del .cloud, anche sulla scena mondiale: Il TLD (top level domain o dminio di primo livello) '.cloud', secondo la società italiana, rappresenterà un’ulteriore spinta all’espansione della tecnologia, già oggi riconosciuta come il maggior trend tecnologico in atto con aspettative, in termini di valore dei servizi basati sul cloud, di centinaia di miliardi di euro.

Web democratico
Stefano Cecconi, ad di Aruba, pensa già al futuro: "Con un network europeo di data center e sedi in Inghilterra, Germania, Francia, Italia, Polonia, Repubblica Ceca e Ungheria, la nostra offerta Aruba Cloud guarda sempre più ad un’espansione mondiale". E comunque il fulcro dell'azienda aretina resta il web democratico, come ha voluto sottolineare l'ad: “Oggi festeggiamo un traguardo del quale siamo molto orgogliosi, sull’onda lunga dell’Italia che riparte. Il fatto di esserci aggiudicati l’estensione .cloud ha una valenza speciale, in quanto parliamo di un mondo che non rappresenta una nicchia o una comunità ristretta, quanto quello che sempre più sta diventando un sinonimo di internet. Sin da quando è nata, Aruba si è posta un obiettivo, quello di democratizzare il web, e così ha fatto e continuerà a fare: diventare registro dell’estensione .cloud  non ci farà cambiare nel nostro modo di agire, per questo non vogliamo rendere l’estensione elitaria o riservata a pochi, ma punteremo alla sua massima diffusione a livello mondiale.” 

 
Condividi