Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/asutralia-7-preti-cattolici-accusati-pedofilia-90f91600-c22c-4cf5-9c49-5175fcd3ef64.html | rainews/live/ | true
MONDO

Le indagini hanno accertato 4.500 casi

Chiesa australiana: vergogna per abusi sessuali, chiediamo scusa

Dopo l'indagine della Royal Commission

Condividi
La Chiesa in Australia prova vergogna, si scusa ed è profondamente scossa e umiliata dal risultato dell'indagine condotta dalla Royal Commission in merito ai numerosi casi di abusi sessuali perpetrati da membri del clero e da laici. Di fronte alla gravità delle accuse - il sette per cento dei sacerdoti avrebbe compiuto abusi sessuali dal 1950 - l'arcivescovo di Sydney, Anthony Colin Fisher ha diffuso una lettera pastorale - segnalata anche dalla sala stampa vaticana - nella quale, oltre appunto a dirsi "scosso" e "umiliato" dai risultati dell'indagine, avverte come le prossime settimane "saranno traumatiche per tutte le persone coinvolte, specialmente per le vittime.

Nonostante ciò che sarà ù ha affermato il presule a quanto riportato anche dall'Osservatore Romano ù rimango determinato a fare tutto ciò che è necessario per assistere chi è stato ferito dalla Chiesa e a lavorare per una cultura di maggiore trasparenza, affidabilità e sicurezza per tutti i bambini".

Sulla vicenda è intervenuto anche il presidente della Conferenza episcopale australiana, l'arcivescovo Denis J. Hart, attraverso un messaggio nel quale ha ricordato come "Papa Francesco ha invitato tutta la Chiesa a trovare il coraggio necessario per adottare tutte le misure necessarie" affinché "tali crimini non possano mai essere ripetuti".

L'età media delle vittime era di 10 anni e mezzo per le bambine e poco più di 11 anni e mezzo per i bambini. In tutto, fra il 1980 e il 2015, 4.444 persone hanno denunciato abusi sessuali su minori commessi da preti o religiosi di 93 entità della Chiesa cattolica australiana.

Le cifre sono state rese note oggi in udienza dalla Commissione federale d'inchiesta sulle risposte delle istituzioni agli abusi sessuali su minori, che si avvia a concludere quattro anni di lavoro. E' l'inchiesta più approfondita sulla pedofilia nella storia d'Australia, che ha indagato su chiese, enti di beneficenza, governi locali, scuole, organizzazioni comunitarie, gruppi di boy scout e club sportivi, e sulla polizia.
Condividi