SPORT

Formula 1, circuito di Interlagos

Vettel 'resuscita' la Ferrari dominando il Gp del Brasile

La rossa torna a vincere dopo tre mesi e mezzo e piazza al terzo posto Raikkonen. Tra i due ferraristi, secondo è Bottas, mentre l'altra Mercedes del neocampione del mondo Hamilton chiude quarta

Condividi
di Nicola Iannello Con una cavalcata solitaria, Sebastian Vettel fa suo il Gran Premio del Brasile e coglie il suo quinto successo stagionale, 47° in carriera. La Ferrari interrompe un digiuno che durava da tre mesi e mezzo, dal 30 luglio in Ungheria. Dietro la rossa del tedesco si piazza la Mercedes di Valtteri Bottas, mentre sul gradino più basso del podio sale l’altra Ferrari di Kimi Raikkonen, che nel finale resiste alla rimonta del neocampione del mondo Lewis Hamilton (Mercedes), partito dai box a causa dell’incidente in prova che non gli ha permesso di ottenere alcun tempo di qualificazione. Quinto Max Verstappen (Red Bull), poi Daniel Ricciardo (Red Bull), Felipe Massa (Williams), Fernando Alonso (McLaren), Sergio Perez (Force India) e Nico Hulkenberg (Renault) che chiudono i piloti giunti a punti.
 
Questo l’esito della penultima prova della stagione sul circuito di Interlagos a San Paolo del Brasile, con i titoli piloti e costruttori già assegnati. La Ferrari si toglie una soddisfazione, in coda a una stagione con più ombre che luci. Il più felice di tutti al traguardo è Felipe Massa, che saluta i tifosi di casa alla vigilia dal ritiro dalla Formula 1. Il Circus chiude i battenti domenica 26 ad Abu Dhabi.
 
In partenza Vettel brucia Bottas partito dalla pole position, Raikkonen dalla seconda fila è terzo dietro il compatriota finlandese, quarto Verstappen. Incidenti al primo giro: Ocon, Magnussen e Vandoorne subito fuori e ingresso della safety car fino al 6° giro. Hamilton, partito dai box, comincia la sua rimonta e si issa al 9° posto; alla 22.ma tornata è quinto, dopo aver superato anche Ricciardo, Perez, Alonso e Massa. Bottas anticipa tutti ed è il primo a effettuare il cambio gomme al 27° giro, seguito da Vettel, Verstappen e Raikkonen; Hamilton si ritrova così provvisoriamente in testa fino al 44° passaggio sulla linea del traguardo. Al 60° giro il campione del mondo supera anche Verstappen, diventa quarto e si avvicina pericolosamente a Raikkonen, ma il ferrarista riesce a difendere il terzo posto.
Condividi