ITALIA

Il X municipio di Roma

Ballottaggio a Ostia, il comitato per l'ordine: maggiori controlli ai seggi con agenti in borghese

Giovedì 16 a Ostia nuova manifestazione di protesta per l'aggressione alla troupe di Nemo di Rai2, dopo quella di sabato per la legalità. Staffetta informativa sulla Rai tutto il giorno

Condividi
I seggi elettorali del litorale di ponente e Nuova Ostia, feudo del clan Spada, saranno i quartieri del X municipio maggiormente vigilati domenica prossima in occasione del ballottaggio.
 
È quanto disposto durante il Comitato per l'ordine e la sicurezza convocato nella sede del municipio e al quale ha partecipato il ministro dell'interno, Marco Minniti.
 
Secondo quanto si apprende, agenti in borghese pattuglieranno i seggi ritenuti più "a rischio" del municipio, soprattutto dopo quanto avvenuto nei giorni scorsi, con l' aggressione da parte di Roberto Spada nei confronti di una troupe della Rai. 

In campo anche digos e squadra mobile
È contenuto in un'ordinanza di servizio, firmata dal questore Marino, in stretto contatto con il prefetto Basilone e sulla base di quanto emerso nel Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica tenuto stamattina ad Ostia, alla presenza del ministro Minniti, il piano di prevenzione in vista del turno di ballottaggio, previsto dalle 07.00 alle 23.00 di domenica. Adottato un modello organizzativo che include 4 settori d'intervento.

Il focus informativo è garantito dalla Digos e dalla squadra mobile, in collaborazione con la sezione specializzata del commissariato Lido, al fine di acquisire, per tempo, ogni informazione utile alla predisposizione dei servizi di polizia.

Pattuglie in borghese integreranno la vigilanza ai seggi, a partire dalle prime ore di domenica. La gestione dell'ordine pubblico è affidata al dirigente del commissariato e, così, anche la direzione di tutti i servizi di ordine pubblico per gli eventi in programma in settimana e che si concluderanno con le due iniziative di chiusura della campagna elettorale nella serata di venerdì. È previsto l'impiego di personale specializzato nella gestione della folla, bonifiche dei luoghi ed acquisizione prima, durante e dopo le manifestazioni, di immagini da parte della polizia scientifica. Per il controllo del territorio, è stata disposta un'intensificazione del piano coordinato di controllo, con l'utilizzo delle unità cinofile e del reparto prevenzione crimine.

Staffetta informativa giovedì
La Rai darà voce giovedì, con una staffetta tra trasmissioni del palinsesto delle reti, ai giornalisti minacciati. Un'iniziativa che segue l'aggressione subita dagli inviati di Nemo e in concomitanza con la manifestazione organizzata da Libera e dalla Federazione Nazionale della Stampa a Ostia. Il servizio pubblico vuole dare così testimonianza agli operatori dell'informazione costretti a vivere sotto tutela. "Con questo impegno di reti, testate e radio - hanno dichiarato la presidente, Monica Maggioni e il direttore generale Mario Orfeo - vogliamo testimoniare la vicinanza della Rai a tutti i giornalisti che vengono minacciati e rischiano la vita solamente perché fanno il loro mestiere. È importante che i cittadini, tutti i cittadini, sappiano che anche sulla libertà di informazione si fonda la nostra democrazia". La staffetta prenderà il via con UnoMattina su Rai1 e proseguirà all'interno di Lavori in corso su Rai2, per poi arrivare a La vita in diretta, ancora su Rai1.

La giornata - durante la quale Rainews24 seguirà con ampie 'finestre' informative la manifestazione di Ostia - si chiuderà con Linea Notte su Rai3. Anche Radio Rai accoglierà nell'arco della giornata racconti, storie e testimonianze di giornalisti minacciati con una staffetta tra i programmi di Radio1, Radio2 e Radio3 con ampie 'finestre' nei Giornali Radio.

Questa seconda manifestazione a Ostia segue quella organizzata sabato scorso alla quale ha preso parte la sindaca di Roma Virginia Raggi, esponenti del M5s di alcuni partiti di sinistra, rappresentanti di associazioni e semplici cittadini.
Condividi