Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/bernardo-provenzano-ricoverato-ospedale-21fd137d-1bf0-4203-8207-ce47eb90bdf1.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Milano

Il boss Provenzano trasferito dal carcere all'ospedale. Orlando chiede chiarimenti

Il boss, detenuto in regime di 41 bis e affetto da patologie neurologiche, nei giorni scorsi era stato trasferito dal carcere di Parma a quello di Opera. Ora si trova nel reparto detenuti dell'ospedale milanese. Il ministro della giustizia chiede delucidazioni alla Polizia Penitenziaria

L'arresto di Bernardo Provenzano
Condividi
Milano Il ministro della giustizia Andrea Orlando ha chiesto delucidazioni al Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria (Dap) sul trasferimento di Bernardo Provenzano dal carcere all'Ospedale Don Paolo di Milano. Il boss di Cosa Nostra, detenuto in regime di 41 bis e affetto da alcune patologie neurologiche, nei giorni scorsi era stato trasferito dal carcere di Parma a quello di Opera e da oggi pomeriggio si trova nel reparto detenuti dell'ospedale milanese.

La proroga del regime di 41 bis
La richiesta del ministro Orlando sarebbe finalizzata ad approfondire se lo spostamento sia legato ad esigenze di sicurezza o ad una modifica delle condizioni di salute del boss. Pochi giorni fa il Guardasigilli aveva prorogato il regime di 41 bis per Bernardo Provenzano ritenendo che sussistessero ancora dei rischi di "diramazioni di direttive criminose all'esterno del circuito penitenziario" e risultando ancora "conclamata oggettivamente la pericolosità" del boss mafioso. Orlando aveva contestualmente chiesto ai vertici del Dap di tenerlo costantemente informato sulle condizioni di salute e di assistenza del detenuto. La Cassazione aveva respinto il ricorso dei legali del capomafia che sostenevano che le  condizioni di salute del boss non erano compatibili con il carcere. 

Il boss al 41 bis
Provenzano, 81 anni, affetto da patologie neurologiche, detenuto in regime di 41 bis, nei giorni scorsi era stato trasferito dal carcere di Parma, a quello di Opera, nel Milanese.

"Problemi neurologici"
Secondo le scarne informazioni filtrate, il boss di Cosa Nostra è stato ricoverato in seguito a "problemi neurologici", di cui soffre da tempo. Al momento non ci sono comunicazioni ufficiali sul suo stato di salute. Il mese scorso il ministro della giustizia Andrea Orlando aveva firmato per la proroga del regime di carcere duro. Il 19 marzo 2011 era stata confermata la notizia di un tumore alla vescica. Tra le innumerevoli condanne a carico di Provenzano ci sono quelle relative alla Strage di Capaci, alla Strage di via D’Amelio e alla stagione della strategia stragista attuata da Cosa Nostra tra il '92 e il '93. 
Condividi